Quanto posso ricaricare al massimo una PostePay?

Ci sono vari tipi di PostePay, e bisogna vedere a quale delle tante ci riferiamo.

Ricarica massima PostePay standard (senza IBAN)

Se facciamo riferimento ad una PostePay classica, senza IBAN, i limiti per ricaricarne una sono i seguenti: al massimo 3000€ per ogni ricarica, fatta online oppure agli sportelli di Poste Italiane. In questo caso i soldi devono essere prelevati, pertanto, e consegnati obbligatoriamente in contanti alla cassa, per cui non è possibile pagare con carta verso una PostePay. Stesso discorso se la ricarichiamo in tabaccheria: la PostePay classica ha un plafond massimo di 3000€, quindi ogni singola operazione non può ammontare a più di 3000 € alla volta.

Complessivamente possiamo ricaricare sulla carta PostePay classica fino a 50.000€ euro all’anno, considerato sul totale delle carte nominative intestate al medesimo titolare. Sono ammesse massimo due ricariche giornaliere da 3000€ al più ciascuna.

Ricarica massima PostePay Evolution (con IBAN)

Se facciamo riferimento ad una PostePay Evolution con IBAN, i limiti per ricaricarne una sono i seguenti: possiamo fare uso di un bonifico per effettuare il pagamento sulla carta, al massimo 30.000€ per ogni ricarica. Complessivamente possiamo ricaricare sulla carta PostePay classica fino a 100.000€ euro all’anno, considerato sul totale delle carte nominative intestate al medesimo titolare. Se facciamo delle ricariche online sulla PostePay di un altro mediante il sito ufficiale, possiamo mandare massimo 3000 euro alla volta operazione e massimo 2 ricariche al giorno dal medesimo ordinante.

Ricarica massima PostePay Junior (senza IBAN)

Se facciamo riferimento alle PostePay Junior, i limiti per ricaricarne una sono i seguenti: al massimo 3000€ per ogni ricarica, fatta online oppure agli sportelli di Poste Italiane. In questo caso i soldi devono essere prelevati, pertanto, e consegnati obbligatoriamente in contanti alla cassa, per cui non è possibile pagare con carta verso una PostePay.

Questi dati sono stati tratti dal sito ufficiale. a cui si invita a fare riferimento per future eventuali variazioni.

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi di questo articolo?

Seguici su Telegram: @pagareonline


Pagare.Online è gestito e scritto prevalentemente da Salvatore Capolupo