Che cos’è il PAN della carta di credito

Che cosa si intende per PAN

Il PAN (acronimo per Primary Account Number) è un codice, generalmente di 16 cifre, presente sul fronte delle carte di credito: si tratta di un numero che caratterizza una carta in modo univoco, e che viene utilizzata per poter effettuare i pagamenti tipicamente online. Si tratta di un “oggetto” che molti di noi maneggiano quotidianamente senza nemmeno accorgersene, di fatto, e che invece possiede un’importanza vitale per poter evitare truffe e raggiri, ed effettuare pagamenti in modo sempre sicuro.

Il Primary Account Number (PAN) ovvero numeri di conto principale si riferisce a un numero che in realtà, sui circuiti nazionali o internazionali, può essere di 14, 15, 16  19 cifre, e viene generato dalle banche emittenti a titolo di identificatore univoco della carta stessa. I numeri di conto principale sono chiamati colloquialmente numeri di carte di credito, poiché si trovano su carte di pagamento come carte di credito, prepagata e/o di debito.

Il numero di conto PAN era spesso in rilievo oppure, secondo gli standard più recenti, stampato non in rilievo sulla parte davanti della carta.

Come è fatto il PAN di una carta

Il PAN specifico è ovviamente riservato, e non deve essere divulgato in alcun modo come spiegato – se non quando è necessario pagare con la propria carta, assicurandoci prima che il sito sia affidabili e, se possibile, pagando con altri metodi di pagamento diverso dall’inserimento diretto del PAN. Specificato questo, ci sono delle convenzioni che sono state spiegate sul sito investopedia, e che suggeriscono che

  • la prima cifra con un “3” caratterizza una carta American Express
  • la prima cifra con un “4” caratterizza una carta VISA
  • la prima cifra con un “5” caratterizza una carta del circuito Mastercard
  • la prima cifra con un “6” caratterizza una carta Discover
  • altri tipi di carte, anche non di pagamento, iniziano con i numeri 1, 2, 7, 8, 9

Cosa non fare con il PAN

Il PAN non deve essere ricopiato da nessuna parte, non è  necessario impararlo a memoria, va custodito con cura ed è opportuno che resti lontano dallo sguardo di occhi indiscreti.

 

 

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi?

Codice cliente PostePay: cos’è e dove trovarlo

Cos’è il codice cliente PostePay

Da non confondersi con il codice presente sulla carta (il PAN), tantomeno con il CVC ed il CVV, il codice cliente PostePay viene comunicato privatamente ad ogni cliente della famosa carta prepagata delle Poste Italiane, ed è presente in un file PDF allegato alla mail di conferma della registrazione che abbiamo ricevuto. Possiamo trovare il nostro codice cliente anche all’interno del sito Poste.it. Il codice cliente non è quello per accedere all’app di 6 cifre, per la precisione: il codice cliente PostePay si ottiene in fase di registrazione sul sito poste.it nel momento in cui si registra la propria carta.

Il codice viene generato automaticamente ed inserito in un file, in formato PDF, allegato alla email precedentemente comunicata in fase di registrazione al sito poste.it, dopo aver fatto login con le nostre credenziali.

A cosa serve il codice?

Il codice cliente Postepay serve, molto semplicemente, ad identificare l’utente proprietario della carta PostePay; nello specifico, è utile per recuperare username e password dell’utente che ne faccia richiesta, ad esempio nel caso in cui le avesse dimenticate. Si fa uso di questo sistema per evitare frodi, o che qualcuno che non è la persona titolare possa prendere possesso della carta o sottrarre i soldi dalla stessa in vari modi.

Dove trovo questo codice?

Come detto prima, il codice viene generato automaticamente ed inserito in un file, in formato PDF, allegato alla email precedentemente comunicata in fase di registrazione al sito poste.it, dopo aver fatto login con le nostre credenziali.

Come recuperarlo

Si consiglia di fare riferimento al numero di assistenza clienti 803.160 oppure sul sito poste.it.

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi?

Pagare.online è parte del progetto editoriale di Trovalost.it