Postepay – Guida non ufficiale

PostePay è uno dei nuovi standard di pagamento su internet che non richiede nè conto corrente né carta di credito: ideale per acquistare (anche una tantum) prodotti e servizi online, viene accettato da numerosi siti web di e-commerce. PostePay si pone come alternativa ai sistemi di pagamento online prepagati (basati su VISA) come ad esempio PaySafeCard.

Tra i servizi supportati, con PostePay si possono acquistare prodotti su negozi convenzionati (basta registrare il numero all’interno del sito di e-commerce desiderato, di solito) e servizi online quali: versioni a pagamento di vari servizi in cloud di file hosting, servizi di web hosting, pagamenti su qualsiasi sito che supporti il circuito VISA (pagamenti entro il limite imposto dalla carta, s’intende).

Requisiti

Per aprire una PostePay dovete essere maggiorenni, e disporre di:

  • carta d’identità o patente;
  • codice fiscale;
  • 10 euro minimo

Come aprire una carta Postepay

Per aprire una carta PostePay bisogna andare ad un ufficio delle Poste con un documento di identità valido (patente o carta d’identità) ed il codice fiscale: il costo da pagare sarà di 10 euro, 5 accreditate e 5 per la carta, poi seguire la procedura che ci sarà indicata allo sportello. Ricordatevi di fornire anche un numero di cellulare che sarà fondamentale per abilitare i vari servizi online associabili alla carta: OTP (One Time Password, per confermare in piena sicurezza le transazioni), mentre i dati devono ovviamente essere veritieri.

Si deve poi aprire un account online sul sito delle Poste Italiane:

  1. prima di tutto bisogna registrarsi su poste.it
  2. inserite i dati in modo scrupoloso e veritiero, verificando che sia tutto corretto
  3. completate la registrazione, ed eventualmente aspettate qualche giorno che vi arrivi via email la conferma della registrazione
  4. una volta finita la procedura, dovreste vedere online, sul vostro account, la carta associata al conto.

Come ricaricare una PostePay

Ci sono vari modi per farlo:

  • andando di persona con i contanti alle Poste, chiedendo di ricaricare la PostePay e fornendo codice fiscale e carta assieme; l’operazione avrà un costo di 1 euro di commissione fissa su qualsiasi importo. Per importi molto grossi, o se ad esempio il nome sul codice fiscale non dovesse coincidere con quello riportato sulla carta, il gestore potrebbe rifiutare l’accredito.
  • andando di persona con i contanti al tabacchino o in un punto SISAL, chiedendo di ricaricare la PostePay e fornendo codice fiscale e carta assieme; l’operazione avrà un costo di 2 euro di commissione fissa su qualsiasi importo. Per importi molto grossi, o se ad esempio il nome sul codice fiscale non dovesse coincidere con quello riportato sulla carta, il gestore potrebbe rifiutare l’accredito.
  • collegando la PostePay ad un account Paypal intestato a noi, e richiedere l’addebito dal sito Paypal su carta da Paypal (l’operazione richiede un paio di giorni, di norma)
  • disponendo di un’altra PostePay (ad esempio un amico che deve inviarvi dei soldi), potrà effettuare l’accredito via app ufficiale di PostePay, mediante la funzionalità di pagamento P2P recentemente introdotta: serviranno numero della carta di 16 cifre, intestatario (nome e cognome) ed importo (che ovviamente dovrà essere presente preventivamente sulla carta da cui si ricarica)

NON è possibile, inoltre:

  • caricare la PostePay con un’altra carta di credito differente, ad esempio da un sito di banking
  • ricaricare la PostePay da altri circuiti bancari

Caricare una Postepay al tabacchino dal 2018

Per ricaricare una carta PostePay, secondo le normative vigenti dall’estate 2018, è necessario fornire la prima volta un documento di identità (patente o carta di identità), in particolare dovrete fornire:

  • nome e cognome di chi riceve la ricarica;
  • indirizzo di residenza, città e CAP della stessa persona;
  • indirizzo di domicilio, città e CAP della stessa persona.

Questi dati verranno registrati dall’operatore la prima volta che andate a ricaricare. In seguito basterà presentare assieme al codice fiscale / tessera sanitaria, unito allo stesso documento di identità che avete dato la prima volta, al fine di abilitare la ricarica della carta. Il resto della procedura rimane identica a prima.

Sicurezza

Per bloccare la carta in caso di furto o smarrimento telefona tempestivamente ai seguenti numeri, in funzione 24 ore su 24:

  • Postepay: 800.90.21.22 (dall’Italia)
  • +39.049.2100.149 (dall’estero)

Privacy: molto buona

Si consiglia di attivare il 3D Secure messo a disposizione per i pagamenti online: in questo modo non saranno possibili transazioni non autorizzate dalla propria carta (truffe, prelievi abusivi e così via), ed ogni pagamento dovrà essere confermato mediante un codice univoco inviato via SMS (OTP). La carta è nominativa, ed ogni pagamento online dovrà essere fatto a nome del titolare. Dall’interfaccia web del sito è inoltre possibile disabilitare i servizi indesiderati e bloccare tutti i pagamenti di quel tipo, ad esempio: bloccare siti per adulti, bloccare siti di scommesse e così via.

Limiti

In genere su ogni PostePay esistono dei limiti che possono essere variabili a seconda della nazionalità e del profilo dell’utente. Esempi:

  • Prelievo giornaliero massimo da ATM: 250 euro
  • Importo massimo di ricarica: 50,000 euro

(fonte)

Tipo di carta: prepagata

Carta prepagata o prepaid (dette anche carte prepagate ricaricabili, carte di credito ricaricabili, carte ricaricabili, carte prepagate). Si presenta come una normale carta prepagata plastificata con il nome del titolare, il numero e la data di scadenza in rilievo ed il CVC sul retro.

Circuito utilizzato: VISA

La carta PostePay è una prepagata del circuito VISA, che è possibile utilizzare per pagare online, ma anche presso tutti i negozi che esibiscono il marchio VISA, e per prelevare denaro presso gli sportelli bancomat di tutto il mondo.

Utile per: pagare offline, pagare online

Pagamenti online su moltissimi shop online in svariati settori. Pagamenti anche offline presso negozi abilitati con POS.

Caratteristiche generali

PostePay è uno dei nuovi standard di pagamento su internet che non richiede nè conto corrente né carta di credito: ideale per acquistare (anche una tantum) prodotti e servizi online, viene accettato da numerosi siti web di e-commerce. PostePay si pone come alternativa ai sistemi di pagamento online prepagati (basati su VISA) come ad esempio PaySafeCard.

Con PostePay si possono acquistare prodotti su negozi convenzionati (basta registrare il numero all’interno del sito di e-commerce desiderato, di solito) e servizi online, così come pagamenti su qualsiasi sito che supporti il circuito VISA (pagamenti entro il limite imposto dalla carta, s’intende).

È possibile procurarsi la PostePay presso uno sportello di posta, tabaccai, distributori di benzina ed edicole: i tagli prepagati sono di 10, 25, 50 e 100 €.

Se hai utilizzato una carta di pagamento di questo tipo, puoi esprimere la tua valutazione votando questo articolo.

Originally posted 2018-03-13 17:17:39.

4.57/5 (130)

Ti ha soddisfatto?

Leggi articolo precedente:
Skrill – Guida non ufficiale

Tipo di carta: prepagata Carta prepagata o prepaid (dette anche carte prepagate ricaricabili, carte di credito ricaricabili, carte ricaricabili, carte...

Chiudi