Dove trovare il BIC della mia banca?

In ambito bancario il BIC (acronimo per Bank Identifier Code, ovvero codice identificativo della banca) serve a  identificare in modo univoco un istituto bancario; l’uso del BIC è necessario nel caso in cui si facciano bonifici internazionali. Mentre per il bonifico ordinario tra aziende o persone dello stesso paese non è necessario farne uso, infatti, in ambito internazionale è indispensabile per effettuare l’operazione con successo.

Ribadiamo, a tal proposito, che lo SWIFT (Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication) è un sistema di codifica dei codici dei conti, utilizzato dalle banche da quasi 50 anni, che si basa su un algoritmo crittografico. Il BIC si basa sullo standard ISO 9362, ed un codice SWIFT può essere lungo 11 oppure 8 caratteri a seconda dei casi, in cui la forma generale o schema è la seguente:

AAAABBCC[DDD]

ovvero, più nello specifico:

  • 4 caratteri (AAAA) rappresentano la banca;
  • 2 (BB) rappresentano la nazione secondo lo standard ISO 3166;
  • 2 (CC) rappresentano la città della banca;
  • 3 (DDD) rappresentano la filiale (opzionale)

Per cercare un BIC è possibile utilizzare dei motori di ricerca dedicati come quello di Transferwise:

https://transferwise.com/it/swift-codes/banks

e cercare lì il nome della propria banca inserendo almeno uno dei dati richiesti, che sono:

  • paese (ad esempio Svizzera);
  • città (ad esempio Berna);
  • nome della banca per cui stiamo cercando il BIC.

Il BIC cambia in base alla sede della filiale, per cui la stessa banca in città diverse di un paese avrà BIC differenti.

Photo by Carlos Muza on Unsplash

 

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi?