Inviare denaro all’estero? Con Transferwise non sarà più complicato nè costoso. Scopri tutto quello che volevi sapere sull’argomento all’interno di questo articolo.

Cos’è Transferwise

SI tratta di un sistema di pagamento che permette, a costi molto più bassi rispetto alle banche tradizionali, di inviare e ricevere denaro da qualsiasi parte del mondo, da e verso qualsiasi valuta (USD, EUR, sterline e così via). L’account di base è gratuito, e per aprilo basta un indirizzo email e, al limite, un documento di identità per confermare di aver inserito nome e cognome reale.

Come aprire un conto Transferwise

Una volta aperto un conto online (potete farlo da questo link) avrete a disposizione un sistema di pagamento internazionale con commissioni molto basse, ideale per inviare e ricevere ad esempio dollari, disponendo di un vero e proprio conto virtuale (anche più di uno) con tanto di IBAN.

Secondo il suo fondatore Kristo Kaarmann, che ha avuto questa idea quasi dieci anni fa, l’idea è quella di restituire ai lavoratori soldi che le banche, a suo dire, tendono a sottrarre in maniera non del tutto trasparente durante i passaggi di valuta internazionali. Se il volume d’affari valutario, in questo caso, ammonterebbe a circa 200 miliardi di dollari, l’idea ambiziosa di Kaarmann è quella non solo di ridurre questo margine a 20 o 10 miliardi, ma anche di controllare direttamente la parte residua. Un mercato davvero enorme, oltre che immensamente sottovalutato, che dovrebbe far riflettere le varie aziende fintech che spesso annaspano in modelli di business non sempre ideali (basti pensare che tra gli attuali investitori di Transferwise figura anche uno dei fondatori di PayPal).

Quanto si risparmia con Transferwise

A detta del fondatore di Transferwise, ci sono 6 milioni clienti e conti disponibili in oltre 170 paesi con 49 differenti valute, ed il risparmio in questo caso ammonterebbe a circa 5 o 10 volte più contenute rispetto a quelle applicate dalle carte di credito classiche. Una vera e propria fintech con finalità sociali, quindi, che sembrerebbe avere le carte in regola per poter fare la differenza in questo ambito anche negli anni a seguire.

Panoramica delle funzionalità di Transferwise

L’interfaccia del conto test che ho aperto oggi è decisamente interessante: ci sono poche e funzionalità possibilità, alla portata anche dei meno esperti, e spicca da subito la presenza del bottone Invia denaro (per poter inviare una somma in euro ad un destinatario in una valuta differente, ad esempio GBP) e di quello Aggiungi denaro (per ricaricare il proprio conto, cosa che potete fare mediante carta di credito, carta di debito, bonifico classico, bonifico Sofort, iDEAL e Trustly).

Ecco un esempio di invia denaro, molto semplice e chiara:

In sostanza basta indicare la somma da voler trasferire, e sarà chiarito fin da subito quanto arriverà a destinazione: cosa che, ad esempio, PayPal propone in modo un po’ meno esplicito (e infatti ricevendo soldi da valuta diversa dall’euro sui nostri conti, spesso al netto delle commissioni si riceve di meno). Anche le operazioni su circuito internazionale, ad esempio, sono spesso soggette ad una tassazione più o meno arbitraria e spesso molto costosa.

 

5/5 (1)

Cosa ne pensi?