Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Credito al consumo, chirografario, residuo, rotativo, responsabile e revolving: cosa sono



I concetti di credito al consumo, chirografario, residuo, rotativo, responsabile e revolving sono importanti nel contesto finanziario e bancario. Ecco una spiegazione di ciascuno di essi, per sommi capi e per far capire le differenze, soprattutto. Per ulteriori informazioni suggeriamo di rivolgervi al vostro istituto bancario di fiducia.

In sintesi, il credito è un concetto finanziario che implica l’ottenimento di fondi o risorse finanziarie da un creditore con l’obbligo di restituirli in futuro, quasi sempre con interessi. Le diverse forme di credito, come il credito al consumo, il credito chirografario, il credito residuo, il credito responsabile e il credito rotativo, variano per quanto riguarda le garanzie, i termini di rimborso e le condizioni di utilizzo.

È fondamentale comprendere queste differenze e gestire il credito in modo responsabile per evitare problemi finanziari.

  1. Credito al Consumo:
    • Il credito al consumo è un tipo di prestito che le persone possono ottenere per finanziare acquisti di beni o servizi personali, come un’auto, una vacanza o elettrodomestici.
    • Solitamente, il credito al consumo ha un tasso di interesse fisso o variabile e un piano di rimborso predeterminato.
    • È spesso ottenuto attraverso carte di credito, prestiti personali o finanziamenti per acquisti a rate.
  2. Credito Chirografario:
    • Il credito chirografario è un tipo di prestito non garantito, il che significa che non è supportato da beni specifici o garanzie collaterali.
    • In caso di insolvenza del debitore, il creditore ha diritto a recuperare i fondi solo dai beni generali del debitore e non da asset specifici.
    • Questo tipo di credito è basato principalmente sulla fiducia nella capacità di rimborso del debitore.
  3. Credito Residuo:
    • Il credito residuo si riferisce all’importo non utilizzato di una linea di credito o di una carta di credito. È l’ammontare ancora disponibile per essere speso.
    • Ad esempio, se hai una carta di credito con un limite di 5.000 euro e hai speso solo 2.000 euro, il credito residuo è di 3.000 euro.
  4. Credito Responsabile:
    • Il credito responsabile è un approccio all’uso del credito che promuove la gestione finanziaria responsabile.
    • Questo comporta il mantenimento di un livello di debito sostenibile, il pagamento tempestivo delle rate e il monitoraggio delle spese in modo da evitare problemi finanziari.
  5. Credito Rotativo – Revolving:
    • Il credito rotativo, noto anche come credito revolving, è una forma di credito a breve termine che consente ai titolari di carte di credito di ripagare il saldo in più rate mensili.
    • Gli interessi vengono addebitati solo sul saldo rimanente, e il titolare della carta può continuare a utilizzare il credito disponibile fino al limite di credito stabilito.
    • Questo tipo di credito offre flessibilità, ma può anche diventare costoso se non viene gestito con attenzione a causa degli interessi accumulati.
Non ha ancora votato nessuno.

Che ne pensi di questo articolo?





Questo sito contribuisce felicemente alla audience di sè stesso.
pagare.online
Pagare.online by Capolooper.it is licensed under CC BY 4.0 - Il nostro network: Lipercubo - Pagare.online - Trovare l'host.