Micro-economia: che cos’è e a cosa serve

Il campo di studio della microeconomia riguarda lo studio approfondito dei singoli agenti economici, e possiede di per sè un campo di applicabilità molto vasto. Può ad esempio, in teoria, contribuire alle scelte in ambito politico relativamente a problemi complessi (ad esempio il cambiamento climatico), prevenire o calmierare eventuali scelte sbagliate e così via.

Ad esempio esistono opportune analisi microeconomiche che sono in grado di valutare l’emissione di gas serra, contestualizzandola all’economia e contribuendo alla valutazione dei prezzi delle materie prime, evitando di sotto o sovra-stimarli. Cosa che la politica, poi, non sempre ha fatto (e l’abbiamo visto in questi anni), ma sarebbe opportuno ricordare che è pur sempre possibile aggrapparsi a quest’ancora per migliorare il mondo in cui viviamo, sperabilmente.

L’economia di per sè è la scienza che si occupa dell’allocazione di risorse limitate per soddisfare determinate richieste, teoricamente senza limiti. Tutti i beni e servizi che gli individui desiderano come prodotti tecnologici, cibo, vestiti e qualsiasi altra cosa che possa migliorare la qualità della vita è soggetta a questo genere di attività. Ovviamente per produrre beni e servizi abbiamo bisogno di risorse, che sono di per sè limitate ed hanno un costo: il lavoro, ad esempio, le attività gestionali o manageriali e così via. La scarsità di risorse, in questo ambito, significa che siamo vincolati nelle scelte che possiamo fare sui beni e servizi che produciamo, e quindi anche su quali desideri (per dirla in modo generale) alla fine l’economia sarà in grado di soddisfare.

Indipendentemente dal sistema di mercato specifico di ogni contesto, ogni società moderna dovrebbe poter rispondere a queste domande:

  • Quali beni e servizi verranno prodotti, e in quali quantità?
  • Chi produrrà i beni ei servizi, e come?
  • Chi riceverà i beni ei servizi?

L’analisi microeconomica tenta di rispondere a queste domande, studiando la comportamento delle singole unità economiche. Rispondendo alle domande su come i consumatori e i produttori si comportano, la microeconomia ci aiuta a capire i pezzi che collettivamente costituiscono un modello di un’intera economia. L’analisi microeconomica fornisce anche la base per esaminare il ruolo del governo nell’economia e gli effetti delle azioni che potrebbe intraprendere volta per volta.

Foto di 200 Degrees da Pixabay 

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi?