Guida alla scelta del miglior wallet per bitcoin

Introduzione

Se parliamo di wallet (cioè portafoglio) per Bitcoin, potresti farti trarre in inganno dal nome: è vero che il concetto non cambia, perchè sempre di “contenitore” per i tuoi soldi si tratta, ma a differenza dei portafogli tradizionali non c’è niente di fisico: non ci sono monete di carta né tantomeno metalliche, ma soltanto dei particolari codici (che sono detti spesso indirizzi bitcoin) che rappresentano moneta virtuale da poter spendere. Anche qui bisogna essere molto chiari: il fatto della moneta sia virtuale non significa che non sia reale.

Bitcoin infatti è uno degli asset più celebri nel campo della finanza e delle speculazioni, ma può essere tranquillamente utilizzato anche per effettuare acquisti on-line. Tutto quello che ti serve per iniziare ad utilizzare Bitcoin è rappresentato da un wallet, che ovviamente dovrà essere riempito in qualche modo. Subito dopo sarei pronto a spendere la cifra desiderata, sfruttando semplicemente la macchina fotografica del tuo smartphone.

Che cos’è un wallet di Bitcoin?

Un wallet non è altro che un’app, anche se in realtà è un’applicazione specializzata che può funzionare su PC, tablet e smartphone. non c’è dubbio che il modo più pratico per avere un wallet a disposizione sia quello di procurarsi un Online: la maggior parte dei wallet sono infatti gratuiti. I vuol serviranno da abilitare la ricezione di Bitcoin e la possibilità di spenderli.

Ci sono moltissimi tipi di Bitcoin wallet, anzi per la verità esiste uno per la maggioranza delle cripto-valute più diffuse. I tipi più famosi sono i seguenti:

  • Software wallet. Sono sostanzialmente app o programmi che si possono installare sul nostro telefono, sul PC, sul tablet e così via. Uno degli esempi più famosi È senza dubbio Electrum, che è anche quello che descriveremo qui nel dettaglio.
  • Web wallet. A volte sono detti cloud wallet, in pratica non sono altro che dei wallet potenziati con alcune funzionalità, molto semplice da usare e che richiedono l’accesso riservato ad un sito Web oppure a un applicativo. Questo tipo di portafoglio ha numerosi vantaggi, ma possiede una controindicazione particolare: se il servizio in cloud venisse dismesso, un giorno, ci ritroveremo senza più i nostri soldi virtuali. Questo ovviamente non è detto che succeda, ma è uno dei motivi per cui bisogna saper scegliere i cloud wallet più affidabili e con maggiore capitalizzazione. Molti sistemi di scambio e portafogli online hanno subito violazioni (e ne subiscono ancora), e tali servizi non assicurano ancora abbastanza sicurezza da poter essere utilizzati come una banca tradizionale: ricordalo sempre. Uno dei wallet più famosi è senza dubbio Coinbase.
  • Hardware wallet. Secondo molti esperti questa è la scelta migliore: si tratta di un portafoglio hardware che il più delle volte all’aspetto di una normale pennina USB, di quelle che utilizziamo per salvare i dati. In questo caso il wallet è al sicuro, rimane sconnesso da internet nei periodi di inattività ed è perfettamente controllabile dal punto di vista della crittografia e della sicurezza. Uno dei più famosi è Ledger Nano.
  • Paper wallet. Per quanto sia una soluzione poco utilizzata, alcuni wallet possono essere semplicemente stampati su carta dopo averli comprati, e poi utilizzati all’occorrenza mediante QR code.

Dal mio punto di vista la soluzione migliore è mista: in genere potete utilizzare un Web wallet per acquistare la criptovaluta, ed un software wallet per spenderla.

Come scegliere un wallet

La scelta del wallet è fondamentale per un utilizzo corretto del Bitcoin: soprattutto se siete dei principianti dovrete abituarvi a considerare in modo opportuno qualsiasi attività facciate con essi. Ovviamente non c’è da avere paura: bisogna soltanto essere consapevoli dello strumento ed utilizzarlo meglio. Caratteristiche più importanti per scegliere un wallet di Bitcoin sono tre:

  1. Sicurezza della tecnologia utilizzata;
  2. Convenienza;
  3. Facilità d’uso.

Sul secondo non c’è molto da dire: c’è l’imbarazzo della scelta per quanto riguarda i wallet, ed in genere non sono tutti uguali. Sul fattore sicurezza le caratteristiche sono ben note, visto che la maggior parte dei wallet sono free e open sorce: gli esperti analizzano sempre il codice per cui troverete informazioni affidabili su ognuno. Sulla facilità d’uso purtroppo ad oggi non ci sono molti wallet facile da usare: questo non sarà più un problema tra qualche tempo, quando lo standard si sarà consolidato. La cosa essenziale è che il wallet che utilizzerete sia davvero sicuro, sia semplice da usare e soprattutto vi dia massimo autonomia indipendenza. Diffidate dalle soluzioni che promettono di farvi guadagnare senza fare nulla E per cui non ci sia abbastanza materiale a supporto (documentazione, articoli, pareri degli esperti e degli utenti e così via).

Il portafoglio di bit Coin che andremo vedere in questa sede è Electrum, uno dei migliori nel momento, installabile anche sul telefono e rispettoso degli standard di sicurezza.

Per saperne di più leggi l’articolo sul sito ufficiale di Bitcoin: https://bitcoin.org/it/scegli-il-tuo-portafoglio.

Come mettere al sicuro il wallet (ed i tuoi Bitcoin)

Un portafoglio di Bitcoin è come un portafoglio con denaro all’interno: in genere non è consigliabile tenere grosse quantità di denaro all’interno di wallet, anche se la tentazione di farlo potrebbe essere molto forte (in genere infatti il valore del bit Coin in euro tende a cambiare molto: per cui potreste ritrovarvi a mantenere – hold – molti bitcoin da parte e poi averne molti di più in futuro). Soprattutto all’inizio è opportuno ricordare che se proprio volete tenere molti soldi nel vostro wallet è opportuno custodirne una buona parte in un wallet hardware.

Alcuni wallet si possono proteggere con PIN e password riservate, ed è sempre opportuno pensare di farlo prima di procedere con le spese (le cosiddette “transazioni”).

Come mettere al sicuro Electrum

Come ti ho suggerito all’inizio la cosa migliore è quella di usare un wallet sullo smartphone per spendere ed uno Web per acquistare: sulla parte di acquisto vedi qui si seguito come fare (come acquistare Bitcoin, come acquistare Bitcoin Cash, come acquistare Ethereum, come acquistare Litecoin). Per mettere al sicuro il tuo portafoglio Electrum:

  1. Prendi il telefono e scarica Electrum (lo trovi qui, usa sempre la versione originale e mai altre versioni: potrebbero contenere virus o rubarti la criptovaluta);
  2. Apri l’applicazione dal tuo telefono
  3. Rimani connesso ad internet con wireless o da telefono, e crea un seed
  4. Genera la chiave di sicurezza (seed) con 12 parole generate dall’app; prendine nota esattamente nell’ordine in cui appaiono, sarà l’unico modo per poter recuperare il tuo portafoglio in caso di problemi. Grazie ad essa potrai anche installare il portafoglio su un altro telefono in futuro, ad esempio se lo cambi, se lo rompi oppure se lo perdi. Se preferisci, utilizza uno smartphone a parte per queste attività – ed è anche preferibile che il telefono non sia roottato.
  5. Ripeti la sequenza del punto quattro esattamente come ti viene richiesta; nelle ultime versioni ti chiederanno di inserire (per esempio) la quinta e la settima parola della sequenza. Questo serve a garantire che tu abbia salvato in modo corretto la chiave di recupero.
  6. A questo punto dovrei scegliere una password, che servirà a crittografare il tuo portafoglio: scegliene una non banale e difficile da indovinare. Anche questo passo è estremamente importante. La password ha una funzione diversa: quella che sta impostando qui serve soltanto ad abilitare l’invio di Bitcoin, non a recuperare il portafoglio (per quello c’è il seed).
  7. Dopo aver dato conferma delle impostazioni precedenti sei pronto a utilizzare Electrum in modo sicuro.

Usare il wallet per pagare

Tieni presente questi semplici punti prima di pagare:

-----
  • Assicurati che il sistema di pagamento sia affidabile: te ne accorgi facendo caso al nome del sito che ti chiede il pagamento (per esempio CoinGate, il “Paypal dei Bitcoin” potremmo dire), e dal fatto che venga utilizzato una connessione sicura HTTPS.
  • Assicurati inoltre di utilizzare un wallet software come Electrum oppure uno hardware, per pagare: non usare web wallet per pagare, perchè i tempi di transazione potrebbero essere troppo lunghi, ed il pagamento potrebbe non andare a buon fine.
Nessuna valutazione, per ora.

Ti ha soddisfatto?

Leggi articolo precedente:
Come vendere bitcoin e farsi pagare su PayPal

Cosa vuoi fare: desideri vendere bitcoin che già possiedi e farti pagare il corrispettivo in EUR sul tuo conto Paypal....

Chiudi