Coinomi: il miglior wallet per bitcoin ad oggi?

Se stai cercando un wallet per bitcoin che sia facile da usare e funzionale, potresti valutare la possibilità di adottare Coinomi: ed è proprio quello di cui parleremo in questa guida.

Faccio un rapido inciso tanto per farvi capire come ho scoperto Coinomi e perchè alla fine ho deciso di adottarlo come wallet. Negli ultimi tempi stavo cercando un wallet (cioè un portafoglio virtuale per criptovaluta bitcoin) che fosse alternativo ad Electrum, il wallet che preferivo usare fino a qualche tempo fa e del quale avevo anche parlato in modo approfondito su questo blog.

Diciamo che Electrum resta una discreta alternativa per aver bitcoin salvati nel proprio dispositivo e proteggerli in modo adeguato evitando di tenerli su un exchange pubblico (cosa in genere sconsigliabile): di fatto, pero’, la gestione di Electrum ho l’impressione che si sia piuttosto complicata, e gli ultimi aggiornamenti hanno prodotto un software che, di fatto, non sembrava più lui. Hanno un po’ snaturato le opportunità offerte dal wallet, di fatto, rendendo complicato anche solo inviare bitcoin ad un altro portafoglio, a volte la fotocamera non riesce a leggere il QR code della fattura e insomma, effettuare pagamenti così è abbastanza complicato.

Premesso questo entro nel vivo, per farvi capire con questa guida che cos’è Coinomi e a cosa serve, a cosa fare attenzione nell’uso e così via.

Cos’è Coinomi

Di base è un’app multi-funzione con la possibilità di gestire la propria criptovaluta, fare da exchange da euro o dollari a bitcoin, acquistare criptovalute di vario tipo, comprare unstoppable domains, e naturalmente (per quello che ci interessa qui) gestire vari wallet sia per BTC e Ethereum. L’app presenta un’interfaccia molto semplice e intuitiva, a mio avviso, e come potete vedere nell’immagine successiva la vista del wallet vi mostra quanti soldi avete (di default in USD o dollari) in criptovalute, e come siano suddivisi tra le varie cripto che possedete. Il wallet possiede un indirizzo univoco, che è una stringa che permette di essere usata per ricevere criptovaluta o acquistarla oppure, ancora, farsela inviare da qualcuno.

A differenza di Ethereum, Coinomi mantiene l’essenzialità dell’interfaccia, costa poco e supporta numerosissime criptovalute diverse (aggiornato al 25 giugno 2021):

Auroracoin, Bata Coin, , Bitcoin Cash ABC, , Bitcoin Plus, , Bitcoin, , Bitcore, , BlackCoin, , CannabisCoin, , Dash, , Denarius Coin, , Diamond Coin, , DigiByte, , Dogecoin, , e-Gulden, , Einsteinium Coin, , Ethereum Classic, , Ethereum, , EuropeCoin, , Expanse Token, , Feathercoin, , Flashcoin, , GridCoin, , Gulden, Internet of People Token, , Linx Coin, , Litecoin, , MonaCoin, , Myriad Coin, , Namecoin, , Nami Crypto, , NEO Token, Neurocoin, , NovaCoin, , NuBits, NuShares, OKCash, Peercoin, PinkCoin, PIVX Coin, PotCoin, PutinCoin, ReddCoin, SolarCoin, Stratis Coin, Syscoin, Ubiq Coin, Ultimate Secure Cash Coin, Unobtanium Coin, Vcash Coin, Verge Coin, Vertcoin, Viacoin, VPNCoin, Zcash Coin, ZCoin

Esiste una successiva schermata che mostra, di fatto, le transazioni che avete effettuato di recente, quindi sia acquisti di cripto che vendite, in modo da poter tenere tutto sotto controllo. Vi ricordo che le transazioni effettuate in questa veste non sono reversibili o annullabili da alcuno una volta fatte, a meno che l’altra persona dall’altra parte non accetti di rimborsarvi.

Se fate click sulle immagini vedrete nel dettaglio, ingranditi, i dettagli annessi all’app di Coinomi. Che è molto bella secondo me e piuttosto comoda da usare. Al tempo stesso, il codice identificativo del wallet sarà mostrato sia come stringa del tipo ( si tratta di un esempio casuale, ovviamente, che non corrisponde ad alcun wallet):

bclq h43k bclq h43k bclq
bclq h43k bclq h43k bclq

che come intuitivo QR code, come potete vedere nell’immagine di seguito. Il QR Code può essere, solo se necessario ovviamente, condiviso su altre app o piattaforme a vostra scelta, con un semplice tap.

 

Uso consigliato

L’idea per fare uso di Coinomi è ovviamente legato alla necessità di effettuare un pagamento in BTC, ad esempio ad un negozio, oppure presso un ATM di bitcoin nel quale potrete, di fatto, ricevere la cripto che avete acquistato fornendo l’ID del vostro wallet. La principale opportunità legata all’uso di Coinomi è proprio nel poter fare pagamenti in cripto, cosa che coi wallet degli Exchange tipo Coinbase non è in genere consigliabile.

Caratteristiche generali del wallet

Il wallet presenta caratteristiche semplici ed essenziali, e potete creare tutti wallet che volete, eventualmente cancellandoli dopo averli usati una o più volte. Ad ogni wallet, cosa molto importante, è associata una sequenza segreta ed unica di parole in inglese, che fanno da chiave privata nel caso in cui doveste smarrire la password o il PIN che Coinomi vi obbligherà, per motivi di sicurezza, ad impostare sul vostro portafoglio.

Fate attenzione a questo aspetto, perchè se doveste perdere la chiave privata con la sequenza esatta (che è sempre opportuno stampare su carta e custodire da qualche parte sicura, senza portarsela in giro) il wallet e tutto quello che c’è dentro saranno inevitabilmente persi per sempre. Un rischio a cui sono stati soggetti molti possessori anche di grosse somme di bitcoin in passato, e a cui è sempre necessario porre la massima attenzione.

Perchè è il migliore (secondo me)

Ci sono una varietà di motivi che possono spingere all’uso di Coinomi; quelli principali sono legati alla facilità d’uso, all’essenzialità dell’interfaccia e alle commissioni sulle transazioni impostabili da app.

In generale però molti utenti si fanno scoraggiare dal tipo di interfaccia poco intuitiva, e tendono ad utilizzare soluzioni wallet differenti (per cui le transazioni costano di più: qui costano di meno perchè paghi solo il costo della transazione BTC, che puoi anche impostare: più veloce costa di più, più lenta ad arrivare costa di meno). Anche i vari Coinbase forniscono in molti casi dei wallet integrati, ma sono portafogli in cloud che spesso non sono compatibili e direttamente utilizzabili per fare acquisti, tanto che tantissimi gateway di pagamento in BTC ed altre criptovalute (se non tutti) tendono a sconsigliarne o vietarne addirittura l’uso.

Il mio consiglio è di imparare ad usarlo, magari partendo sempre da piccole cifre. Ricordatevi che tutto quello che farete in questa sede, per natura stessa e per le tecnologie coinvolte, rimarrà sotto la vostra responsabilità; non perchè lo dica io, ma perchè è proprio il wallet stesso a specificarlo a chiare lettere.

Creazione di un indirizzo (nuovo portafoglio)

La creazione di un indirizzo bitcoin serve a disporre di un nuovo portafoglio da cui inviare e ricevere criptovaluta, e corrisponde approssimativamente ad aprire un conto in banca vuoto (ovviamente senza una banca di mezzo). In generale, avviene come ho descritto di seguito.

  1. Step uno, aprite l’app di Coinomi.
  2. Cliccate sull’hamburger del menu in alto a sinistra, e selezionate, scorrendo nella lista, l’opzione Manage Wallets sotto Portafoglio.
  3. Cliccate sul segno + in basso a destra
  4. Selezionate Crea un nuovo portafoglio (potete anche ripristinare un nuovo portafoglio se avete a disposizione la frase segreta di recupero)
  5. Salvatevi o prendete nota della frase di recupero, che dovrete custodire con grande attenzione, come se fosse una password; è molto importante questa fase perchè è l’unico modo per recuperare il wallet se il telefono dovesse esservi rubato, dovesse rompersi o doveste perderlo.
  6. Confermate di aver salvato la frase casuale, e cliccate su avanti in basso a destra
  7. Confermate la chiave di recupero che avete appuntato al passo 5, mettendo le parole generate a caso nell’ordine giusto;
  8. Adesso dovrete criptare il wallet con una password scelta da voi, che dovrebbe essere composta da lettere, numeri e almeno un simbolo non alfabetico come ? o ^
  9. Andate avanti ed attendete la generazione del wallet, richiederà pochi istanti!
  10. Selezionate le monete che volete inserire nel wallet: coinomi supporta bitcoin ovviamente, ma anche Callisto, Dash, Dogecoin, Ethereum e moltissime altre ancora
  11. Fatto! Avete creato il vostro wallet personalizzato con successo.

Send: inviare bitcoin per un pagamento

Questa è la sezione che userete di più: per pagare online con una delle criptovalute che avete abilitato nel wallet, si passa per forza da qui. I parametri da impostare sono quattro, e corrispondono alle coordinate a cui inviare il pagamento che tipicamente deve darvi il venditore. Per evitare lo strazio di compilarli a mano, basta fare click sull’icona della macchina fotografica, che accenderà l’obiettivo del vostro telefono e vi permetterà di fare una foto al QR code univoco del pagamento, in modo da poterlo effettuare. I campi si compileranno da soli e sarete pronti a pagare con il tasto Pay.

Attenzione che i pagamenti sono in genere irreversibili, e a seconda del gateway possono avere dei tempi di processamento anche di qualche secondo, minuto o addirittura ora. Ovviamente per pagare dovrete rimanere connessi su internet e fornire i relativi permessi, se necessario.

Balance: vedere quanti bitcoin abbiamo

Per fare questo basta andare sulmenu a forma di hamburger sulla sinistra e selezionare la voce Bitcoin tra le tante che appariranno, si troverà in basso nel menu, precisamente.

Receive: ricevere un pagamento in bitcoin

Questa sezione fornisce il vostro codice QR, cioè l’indirizzo numerico (le cifre casuali vicino all’icona del mappamondo) con cui ricevere bitcoin o richiedere un pagamento, cioè generare una invoice (una specie di “fattura”). Il campo Amount contiene la cifra da inviare in BTC, cliccando su Copy copierete in memoria del telefono (buffer) l’indirizzo in modo da poterlo copia-incollare altrove, cliccando sulle tre palline in basso a destra condividerete il QR code, che potrete per inciso anche salvare come immagine.

A cosa fare attenzione: transazioni irreversibili e malware

In generale bisogna prendere una serie di accorgimenti quando si usa Coinomi per ricevere o emettere pagamenti: il primo da considerare è che non potete annullare i pagamenti, che una volta emessi o inviati saranno definitivi (a meno che il destinatario non decida, in autonomia, di rimborsarvi).

Quindi fate attenzione ai numeri decimali, e ricordatevi di considerare sempre il cambio BTC/EUR corrente.

Massima prudenza, quindi, e buon divertimento!

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi?