Pagare su internet è diventata ormai un’attività che effettua chiunque: dal piccolo commerciante al cliente di siti come Amazon, passando per i tradizionali e-commerce. Qualsiasi acquisto può essere vincolato ad un pagamento online, in effetti: ed è comodo, rapido e sicuro, il più delle volte. Resta il fatto che, ad oggi, esistano almeno 5 metodi di pagamento alternativi, e non sempre è agevole scegliere il migliore per noi

In questo articolo proveremo a chiederci quali siano i migliori sistemi di pagamento, in termini di velocità e di efficenza, per pagare online sia da siti di e-commerce che in generale, quindi ad esempio fatture, bollette e così via.

Pagare in contrassegno

Era il metodo di pagamento più classico e diffuso prima dell’arrivo di internet, ma vale solo per la spedizione di merce acquistata e non tutti gli e-commerce li supportano: massima garanzia per l’acquirente, in questo caso, ma mancanza di garanzie per il commerciante che potrebbe inviare “a vuoto” il prodotto pagando la spedizione senza ricevere il denaro. Se ci sono ancora e-commerce che accettano pagamenti in contrassegno, ad oggi, non è dato sapere con certezza. Il metodo di pagamento in questione non è certamente molto veloce, ovviamente.

Ideale per: acquisti online

Non consigliato per: commercianti

Bonifico

Senza dubbio si tratta di uno dei migliori metodi di pagamento disponibili: è sicuro, dato che viene effettuato direttamente da e verso istituti bancari. È tracciabile, visto che è possibile verificare che sia arrivato a destinazione, inviare prova del pagamento ed eventualmente annullarlo poco dopo averlo fatto, in caso di errori. Resta il problema che è un sistema di pagamento purtroppo lento, che funziona solo nei giorni lavorativi e che, soprattutto tra banche diverse, può impiegare diversi giorni ad arrivare a destinazione.

Almeno in un caso, poi, mi è capitato che clienti a cui avevo emesso fattura mi inviassero prova del pagamento del bonifico via email, salvo poi (evidentemente, da quello che sono riuscito a capire) annullarlo subito dopo dando così “l’illusione” di avvenuto pagamento. Di solito si tende a dare per scontato che le truffe non possano avvenire con il bonifico, ma in realtà non è proprio così: almeno non con il bonifico tradizionale. Se lo usate invece da clienti per pagare un acquisto online, di fatto, potrebbe richiedere qualche giorno in più in termini di tempi necessari all’invio.

Ideale per: pagamento fatture, bollette, multe, tasse

Non consigliato per: acquisti online

PayPal

Altro sistema di pagamento davvero molto sicuro: permette di pagare ed inviare o ricevere denaro semplicemente facendo uso di una mail registrata, e conoscendo ovviamente la mail a cui inviare i soldi. Il pagamento in questo caso è nominativo, nel senso che vediamo il nome della persona che invia e quello della persona che riceve soldi. A differenza del bonifico, pero’, i soldi arrivano subito a destinazione: questione di qualche secondo.

Ideale per: pagare bollette scadute, inviare soldi ad amici o familiari, acquisti online in genere

Non consigliato se: l’altra persona non ha PayPal 🙂

Carta di debito, prepagata e di credito

È il metodo di pagamento più veloce che ci possa essere, anche se presenta potenziali dei problemi di sicurezza: non è consigliabile, in generale, effettuare un acquisto direttamente con carta, cioè digitando le cifre del numero di carta, la scadenza ed il numero sul retro, perchè potrebbero essere intercettati o memorizzati al fine di sottrarci denaro in seguito. I circuiti VISA e Mastercard di solito, per questo motivo, permettono e consigliano di attivare la OTP (One Time Password), in modo quantomeno da avere il controllo sulla movimentazione in uscita e confermare ogni transazione in modo più sicuro con un messaggio sul cellulare. Sui siti di e-commerce è generalmente supportato come metodo di pagamento, ma bisogna sempre fare attenzione ai siti sui quali si va a finire: non tutti sono affidabili, soprattutto se non sono nè Ebay nè Amazon.

Le carte prepagate sono in genere le migliori per questo genere di attività, dato che si possono ricaricare solo all’occorrenza della cifra desiderata. Quelle di debito e di credito, se usate su internet, è preferibile non usarle affatto.

Ideale per: pagare bollette scadute, acquisti online – se il sito è affidabile e supporta il protocollo HTTPS (lucchetto verde attivo vicino al nome del sito, nel browser)

Non consigliato se: effettuate acquisti fuori dal sito di e-commerce, siti poco affidabili o non famosi

Bitcoin e altre criptovalute

Non è più un metodo di pagamento di nicchia, e anzi molti e-commerce stanno lentamente iniziando a supportarlo. Il pagamento in criptovalute come BTC o ETH inizia ad essere diffuso come metodo di pagamento di massa, ma bisogna capire due cose prima di farne uso: la prima è che le transazioni non sono sempre veloci come sembrerebbe (infatti dipende dalla fee che paga chi invia: più è alta, prima arriva), non sono reversibili in alcun modo. Quindi se vi truffano avrete inviato i bitcoin senza avere possibilità di risalire all’identità della persona, ed è un rischio che spesso non vale la pena di sostenere.

Per comprare bitcoin in modo sicuro, per la cronaca puoi usare Coinbase (consigliato) o Localbitcoins.

Ideale per: acquisti di merce digitale su siti affidabili

Non consigliato per: principianti

Photo by Josh Appel on Unsplash
Nessuna valutazione, per ora.

Cosa ne pensi?