Come richiedere il preventivo per un prestito

Può capitare di trovarsi in periodi in cui si è in difficoltà economica e si ha l’esigenza di dover richiedere un prestito, prima di farlo è bene che venga richiesto un preventivo, in modo tale da conoscere perfettamente tutte le condizioni che verranno applicate. Per poter procedere con un preventivo prestito è necessario che il contratto venga redatto secondo le modalità e gli obblighi previsti dalla legge.

Oggigiorno è estremamente facile, anche grazie all’aiuto del web, ottenere informazioni su come avere il preventivo per un prestito e su cosa esso debba contenere. Questo permette di capire meglio come ottenerlo più velocemente, come leggerlo e comprenderne i dettagli e quindi poter infine procedere con la stipula del contratto vero e proprio.

Quali caratteristiche deve avere un preventivo prestito

Ogni preventivo per essere valido deve essere redatto in forme particolari e deve avere delle caratteristiche specifiche: deve riportare data, firma e vidimazione secondo le modalità stabilite dalla legge. Proprio quest’ultima per uniformare il preventivo prestito e per agevolare anche i consumatori, ha introdotto quello che viene definito il modello Secci (Standard European Consumer Credit Information) un modulo che permette di fare preventivi standardizzati sia ai consulenti tradizionali, sia direttamente agli utenti che ne fanno richiesta on-line.

Il preventivo prestito, oltre ad avere una forma standardizzata, deve contenere anche dati obbligatori, molti utili per poter confrontare più offerte e fare la scelta giusta, tali dati sono:

  1. Il TAN;
  2. Il TAEG;
  3. La durata del prestito;
  4. Le spese d’istruttoria;
  5. La data del preventivo e il tempo di validità;
  6. L’importo iniziale richiesto e quello finale comprensivo di interessi;
  7. Le penali in caso di risoluzione anticipata del contratto;
  8. Se richiesta, la polizza assicurativa.

In quest’ultimo caso la banca è tenuta a proporne una propria, ma il richiedente deve necessariamente avere facoltà di scelta e, se lo vuole, può rivolgersi a una agenzia assicurativa esterna alla banca.

È bene specificare che tali condizioni devono essere rispettate sia che si faccia una richiesta di preventivo a un istituto di credito nella maniera tradizionale, sia che si usufruisca dei numerosi servizi che le banche mettono a disposizione di potenziali clienti online.

Una volta stabiliti gli elementi essenziali e fondamentali, si può procedere con la realizzazione del preventivo, sarà da questo che il richiedente partirà e farà le sue valutazioni per comprenderne la convenienza o meno.

Quanto resta valido un preventivo

I tempi di validità per i preventivi legati ai prestiti hanno una durata estremamente limitata, questo è dovuto al fatto che i tassi di interesse del mercato cambiano molto celermente, pertanto la banca non riesce a garantire stabilità per un lungo periodo di tempo a quanto stabilito oggi. La validità del preventivo prestito inizia nel momento in cui il mediatore creditizio data e firma il preventivo oppure quando viene scaricato dall’utente, nel caso ne abbia richiesto uno on-line, la data di fine, come già detto, varia in maniera molto celere ed è espressamente riportata sul preventivo o sui preventivi richiesti.

Non ha ancora votato nessuno.

Che ne pensi di questo articolo?