Cos’è un CAB

Definizione CAB

Il codice CAB sta per Codice di Avviamento Bancario, ed è un numero di cinque cifre che rappresenta l’agenzia o filiale dell’istituto di credito a cui fa riferimento il codice ABI. Il CAB rientra nell’ambito delle coordinate bancarie per l’Italia.

Esempio CAB

Per avere un esempio di CAB basta considerare una sequenza di cinque numeri:

00000

che serve per ogni combinazione a identificare la filiale di una banca o di un istituto di credito. Per contestualizzare ancora meglio, sappiamo che un BBAN identifica con 23 caratteri uno specifico conto corrente presso la filiale di una banca. Nello specifico, il codice CAB è stato evidenziato in grassetto e, come vediamo, rappresenta la filiale di riferimento.

CIN (1 lettera)ABI (5 numeri)CAB (5 numeri)NUMERO CONTO (12 caratteri)
Codice di controlloIdentificativo della bancaFiliale di riferimentoIdentificativo del conto dell’azienda o del titolare
X0000000000000000000000

In pratica abbiamo 1 lettera + 5 numeri + 5 numeri + 12 caratteri ed arriviamo così a 23 caratteri.

Dove si trova il codice CAB

Tale codice è generalmente presente all’interno del contratto che abbiamo stipulato, al momento dell’apertura del conto, con la banca o l’istituto di credito che abbiamo scelto, per cui possono essere reperiti cercando tra la documentazione che ci è stata consegnata in formato cartaceo o digitale al momento della stipula del contratto stesso. Uno dei documenti più utili per rendersi rapidamente conto di come identificare questo codice è anche quello di consultare il conto scalare, ovvero il documento che viene inviato dalla banca su base trimestrale (ogni 3 mesi) o semestrale (ogni 6 mesi) con tutti i movimenti debitori e creditori.

Se conosciamo sia ABI che CAB, infine, è possibile identificare dall’esterno la sede della banca di riferimento.

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi?