Quando utilizziamo un bancomat per prelevare contanti esiste, in genere, più di un limite alla somma che è possibile richiedere; questo, in prima istanza, ovviamente dipende dalla disponibilità che abbiamo sul conto. Se ad esempio abbiamo 200 € disponibili, il limite sarà proprio proprio (ovviamente) di 200€.

Ma non finisce qui: le banche in genere definiscono, via contratto, i cosiddetti massimali della carta che vogliamo utilizzare, cioè quanto possiamo prelevare ogni giorno e ogni mese. Questo dipende e cambia in modo considerevole a seconda del contratto, ma il primo limite che bisogna considerare è quasi sempre quello delle 250€ giornaliere: in genere, infatti, non è possibile prelevare da una carta più di 250€ al giorno.

Alcune banche permettono di aumentare tale limite giornaliero (il cosiddetto plafond), ma per farlo è necessario rivolgersi alla banca e firmare un documento che autorizzi ad innalzare tale limite. In alcuni casi è possibile aumentare il limite giornaliero anche direttamente via sito della banca, dopo aver fatto login con le proprie credenziali, oppure via app ufficiale.

A livello di mese (quindi ad esempio per il mese di novembre) non è possibile prelevare più di un tot mensile, quindi (fermo restando il limite giornaliero sopra citato) non possiamo prelevare più di 1000€ al mese, ad esempio. In alcuni casi il limite può essere anche di 2000€ o di 3000€ per alcuni tipi di carte che, di solito, costano anche di più. In questo caso il limite, a differenza delle 250€ precedenti, può variare in modo considerevole, e fa fede il contratto che abbiamo firmato. I documenti con i dettagli sui massimali della propria carta in genere è disponibile nel sito ufficiale della vostra banca.

Per fare un esempio concreto, se la tua banca impone un massimale di 1200€ mensile e 250€ al giorno, potrai prelevare ad esempio 250€ il primo giorno, poi aspetterai 24 ore e preleverai altre 200€ e così via, fino ad arrivare al limite massimo di 1200€ (ovviamente sono soltanto numeri per fare un esempio).

Il limite di prelievo dipende dalla carta e non dal bancomat a cui ci stiamo rivolgendo. A seconda della carta, inoltre, è possibile che si debba pagare una commissione su ogni prelievo (che ad esempio nel caso della PostePay è sempre e comunque di 1 €, a prescindere da dove preleviamo).

Stando alle nuove disposizioni di legge in merito al contante, infine, il limite di prelievo del contante via bancomat impone attualmente un massimo di 1000 euro al giorno e, al più, fino a 5000 € al mese.

5/5 (1)

Cosa ne pensi?