Come inviare bitcoin da un wallet all’altro

In questa nuova guida vedremo nel dettaglio un’operazione molto semplice, che vi potrebbe capitare di dover utilizzare diverse circostanze: l’invio di cripto valuta da un indirizzo all’altro, ad esempio dal vostro a quello di un vostro amico. Come si effettua questo genere di operazione? In genere sui wallet è disponibile la funzione “Send” o Invia, che permette di specificare un indirizzo bitcoin destinazione a cui inviare tutto, o una parte, della somma posseduta. Quando lo fate ricordatevi che in genere – salvo casi particolari, ad esempio in cui inserito un indirizzo non esistente – l’operazione non è quasi mai reversibile. Se siete dei principianti, quindi, vi suggerisco di fare i test solo su piccole somme.

Ammettiamo quindi di dover inviare bitcoin da un wallet Coinbase ad uno Electrum, entrambi installati e presenti sul nostro smartphone; ricordo che va tenuta massima attenzione nella gestione di un wallet, e che – come ho ricordato nell’articolo su Electrum – è necessario impostare un PIN di 6 cifre e prendere nota della chiave privata di sblocco.

Prerequisiti

Dovrete installare sul vostro telefono queste due app:

Electrum

Coinbase

E poi dovrete configurarle a dovere entrambe. L’operazione, almeno per la prima volta, richiede un po’ di tempo: per cui seguite le procedure guidate, leggete le guide su questo sito, e soprattutto mettete in sicurezza i vostri portafogli prima di procedere con qualsiasi operazione: siete voi gli unici e soli responsabili delle somme che inserite nel network.

Per registrarvi la prima volta su Coinbase cliccate qui.

Acquisto di bitcoin con Coinbase

Coinbase permette di acquistare bitcoin utilizzando una normale carta di credito, prepagata o di debito: il primo seguire nella nostra procedura sarà proprio quello di procurarsi BTC e di possederli nel portafoglio in cloud che ci viene fornito dall’app ufficiale. Ovviamente l’Apple deve essere prima scaricata e configurata sul nostro account: dobbiamo disporre di una registrazione confermata nell’e-mail, nel numero di telefono È aver inviato un documento di identità a Coinbase. Scopri come fare nel tutorial dedicato, e poi continua a leggere.

Finalmente disponiamo dei nostri bitcoin su Coinbase: possiamo decidere di tenerli un po’ del nostro portafoglio e vedere come cambino le valutazioni in euro (potrebbero aumentare come diminuire). Se ad un certo punto, però, volessimo utilizzarli per passarne un po’ ad un amico, oppure per fare un acquisto on-line in cripto-valuta, dovremmo necessariamente passarlo su un wallet tradizionale: i wallet come quello di Coinbase infatti non è consigliabile che vengano utilizzati per acquisti diretti, E questo perché la transazione potrebbe essere molto lunga. In molti casi, parlando tecnicamente, l’acquisto potrebbe essere annullato perché nel frattempo il network non ha ricevuto il numero di conferme necessarie; per ovviare a questo problema ci sono azioni di buon installati all’interno del nostro telefono come ad esempio Electrum. Una volta che avremmo passato la nostra cripta valuta qui, infatti, sarà decisamente più veloce pratico utilizzarla per un acquisto on-line: basterà infatti inquadrare il codice QR generato dall’e-commerce (nella fattura o invoice per il pagamento) e sarà effettuato (quasi sempre) entro pochi istanti.

Nel link di Electrum ho spiegato qualcosa in più su questo wallet, e nel seguito darò per scontato che sappiate come utilizzarlo; a questo punto, quindi, partiamo dal nostro piccolo gruzzoletto ottenuto su Coinbase, vediamo nel concreto come sia possibile passarlo da Coinbase a Electrum.

Accesso a Coinbase

Ecco la schermata iniziale di Coinbase: dovremmo vedere l’equivalente in EUR dei bitcoin che abbiamo comprato; facciamo tap su I tuoi conti per accedere alla schermata successiva. In basso dovremmo vedere le valutazioni in tempo reale EUR/BTC, EUR/ETH ecc.

Accesso al portafoglio BTC

La schermata successiva sarà la seguente: tra i diversi conti andiamo a cliccare su Portafoglio BTC.

Schermata di invio BTC

Quello che vogliamo fare effettuare l’invio dei fondi ad un altro wallet (quello di Ethereum), per cui faremo clic sull’icona dell’aeroplano che potete vedere in alto a destra, cerchiata in giallo. In questo modo avremo fatto partire la procedura di invio di BTC dal wallet origine Coinbase a quello destinazione Electrum.

Indicare la somma da inviare

La schermata che si presenterà adesso è la seguente: dovremo scrivere con la tastiera numerica quanti BTC vogliamo inviare, indicando direttamente il corrispettivo in EUR. Coinbase effettuerà in automatico il cambio EUR/BTC, al netto delle commissioni (fee).

Suggerimento: per via delle fee applicate su ogni transazione, non potrete mai inviare esattamente tutta la somma che avete nel wallet di Coinbase, ma solo una sua percentuale. In pratica se avete ad esempio 100€ in BTC dovrete indicare una cifra come 99€, ad esempio, e se metterete troppo Coinbase vi darà un messaggio di errore “fondi insufficenti”. Selezionate sempre un po’ meno del totale – basta qualche centesimo in meno, ad esempio – e non dovreste avere problemi a procedere in questa prima fase.

Una volta inserita la cifra desiderata, cliccate su Continua in basso.

Specificare l’indirizzo BTC destinazione

A questo punto sarà necessario specificare indirizzo a cui inviare la somma che abbiamo deciso in precedenza; per fare questo passeremo ad una successiva schermata in cui sarà necessario indicare l’indirizzo di destinazione, la prima riga in corrispondenza di A:. Per poter fare questo in generale possiamo anche scattare una foto al quel racconto dell’indirizzo bitcoin destinazione, ma in questo caso dovremmo fare un semplice copia incolla dal wallet Electrum.

Lasciate in secondo piano l’app di Coinbase, per il momento, ed aprite Electrum. Se richiesto, inserite il PIN di protezione per sbloccare l’app in modo sicuro. La prima cosa che vedrete sarà il Balance, cioè tutte le transazioni che avete eseguito in ingresso ed in uscita.

Ammesso di essere sul portafoglio corretto, cliccate sulla sezione Receive (Ricevi) a destra. Vedrete il QR-Code del vostro portafoglio in primo piano, ed in basso l’icona di salvataggio, il bottone Requests e quello Copy (copia): cliccate su quest’ultimo.

Riceverete un messaggio di conferma: l’indirizzo è stato copiato nel buffer del telefono.

Adesso possiamo tornare a Coinbase, che avevamo lasciato in sospeso in precedenza, al fine di incollare l’indirizzo Electrum.

Nota: fate attenzione che gli indirizzi BTC in generale iniziano sempre con un numero (1). Nel processo di copia dell’indirizzo che abbiamo visto, tuttavia, sarà copiato anche il prefisso bitcoin:, che invece non deve essere utilizzato all’interno dell’indirizzo di destinazione di Coinbase. Per cui, se il vostro indirizzo Electrum fosse il seguente:

bitcoin:1234ABC273735hsb2ygy1hakdg27386

dovrete copiare soltanto la parte dopo bitcoin:, ovvero:

1234ABC273735hsb2ygy1hakdg27386

Come suggerito, dentro l’app di Coinbase, nel campo A:, copiate il vostro indirizzo bitcoin destinazione, cancellando la parte bitcoin:. Ovviamente fate attenzione a ricopiare tutto nella massima attenzione, perchè se specificate l’indirizzo errato la transazione non è reversibile, a meno che il destinatario non sia d’accordo a mandarvi la somma indietro.

Il campo Nota: può rimanere vuoto, e (volendo) potete inserite una vostra annotazione come promemoria, volendo. Coinbase calcolerà in automatico il totale inviato e la fee di network, cioè la commissione pagata alla rete per la transazione – per cui è normale che a destinazione arrivi un po’ meno di quanto effettivamente avevamo richiesto di inviare.

Inviare i bitcoin

Cliccate sull’icona con l’aeroplano in alto a destra per procedere con l’Invio; dovrete confermarlo al passaggio successivo. Se avete messo un PIN (consigliato), Coinbase ve lo chiederà:

A questo punto siamo finalmente arrivati alla conferma finale: cliccando su CONFERMA invierete definitivamente i BTC indicati a destinazione, diversamente cliccate su ANNULLA.

Lato Coinbase abbiamo finito: di seguito la schermata con la transazione di conferma, che all’inizio vedrete in pending (arancione) e – solitamente dopo qualche minuto – vedrete in verde (cioè sarà confermata ed i bitcoin saranno nuovamente spendibili).

Verificare la somma ricevuta su Electrum

Come faremo ad accorgerci della somma ricevuta, lato Electrum? È facile, perchè basta guardare nelle transazioni: ne vedremo una prima in attesa e poi, tipicamente dopo qualche minuto (massimo qualche ora), confermata e finalmente pronta ad essere utilizzata sul nuovo portafoglio.

Conclusioni

Abbiamo visto come sia possibile effettuare un invio di cripto valuta da un portafoglio all’altro: ricordatevi che quest’operazione non è a costo zero, ma è possibile eseguirla in qualsiasi momento in tempo reale o quasi, senza l’intervento di alcun operatore esterno. Le tempistiche della transazione nella mia esperienza sono state sempre variabili si va da qualche minuto a transazioni confermate solo dopo quattro ore: non c’è una regola fissa, per cui non allarmatevi troppo se non dovesse riuscire ad avere immediatamente il denaro spendibile dal wallet da cui dovreste averlo ricevuto. Se utilizzate Coinbase avete a disposizione l’assistenza – per il momento solo in inglese – se invece effettuate degli scambi tracolle generali senza exchange dovrete fare tutto da soli.

-----

In generale ricordatevi che:

  • Le transazioni in questo modo sono sostanzialmente anonime solo se non ci sono exchange di mezzo (in origine vi è un pagamento con carta di credito, infatti, almeno se utilizzate Coinbase o altri servizi simili);
  • Avvengono direttamente, senza alcun operatore intermediario;
  • Possono richiedere da qualche minuto a qualche ora per essere completate;
  • Il bitcoin è a tutti gli effetti denaro spendibile (ovviamente presso i circuiti e commercianti abilitati), con un controvalore variabile nelle diverse valute (ad esempio euro).
Nessuna valutazione, per ora.

Ti ha soddisfatto?

-----
Leggi articolo precedente:
CoinGate

CoinGate è un gateway di pagamento per criptovalute (bitcoin, ovvero BTC, e circa 50 altcoin, ovvero tutte le altre: ETH,...

Chiudi