Search results for pagare online

Pagare online sui siti e-commerce

Gli acquisti online sono ormai, anche in Italia, all’ordine del giorno per i settori più svariati: scarpe, vestiti, tecnologia di ogni genere possono essere facilmente comprati da siti di e-commerce, così come da Amazon ed Ebay. Tramite i diversi siti di e-commerce, hai trovato alcune occasioni vantaggiose che ti allettano e vuoi quindi procedere con l’acquisto. Purtroppo, non sono previsti pagamenti tramite contrassegno o in contanti con ritiro in negozio e, quindi, sei obbligato a comprare i prodotti direttamente online, non avendo però idea di come procedere.

Vediamo un po’ quello che c’è da sapere sui pagamenti online, oggi.

Informazioni preliminari

Il più delle volte per comprare online bisogna pagare anticipato, a meno che il sito non preveda il pagamento in contrassegno. Altre volte è consentito pagare con bonifico, che è una modalità molto sicura di pagamento che ci sentiamo di consigliare nella maggiorparte dei casi. Diversamente, bisognerà pagare con una carta prepagata PostePay o emessa dalla propria banca, con il proprio account PayPal oppure utilizzando la carta connessa al proprio conto: quest’ultima modalità, tuttavia, non rientra tra quelle consigliate.

Sicurezza del pagamento

I suggerimenti che forniremo in questa sede saranno relativi ai principali metodi di pagamento per effettuare acquisti on-line, ed in linea di massima valgono per tutti i siti Web che vendono prodotti o servizi. Prima di procedere oltre, assicuratevi che il sito da questa che comprando abbia la connessione HTTPS  attiva, e che sia attivo il lucchetto verde vicino all’indirizzo del sito. Se non è così, pertanto, conviene rivolgersi ad un altro sito.

Come pagare online con bonifico bancario

Il pagamento con bonifico bancario non sempre disponibile, vai sicuramente uno dei modi più sicuri per pagare: in questo caso infatti il pagamento sarà tracciabile e sicuro, e sarete sicuri di aver inviato il denaro alla persona che vende e non ad un eventuale tuffatore. Probabilmente uno dei modi migliori per pagare, e non solo on-line.

Per saperne di più sui bonifici, clicca qui.

Come pagare online con carta di credito

Pagare con carta di credito è una delle modalità più diffuse per comprare on-line, ma è necessario specificare alcune cose: bisogna sempre comprare dopo aver attivato le misure di sicurezza che la nostra banca ci ha proposto, quindi per intenderci il codice di sicurezza OTP da ricevere su cellulare o da inserire mediante apposito dispositivo. Questo permetterà una cosa molto semplice: che siano abilitati sulla carta soltanto gli acquisti che avete autorizzato vuoi direttamente, non quelli di eventuali truffatori.

Chiarito questo, per pagare on-line con carta di credito bisogna inserire:

  • Il numero della carta;
  • Mese e anno di scadenza;
  • Codice sul retro.

Fate attenzione ricopiare attentamente quanto riportato sulla carta, evitate in tutti modi di fare foto fronte-retro alla stessa, per qualsiasi motivo, ed inviarla su Whatsapp o via e-mail. Prima di effettuare l’acquisto online, inoltre, assicuratevi galera ti voto le misure di sicurezza Web come indicato la vostra banca.

Per saperne di più sulle carte di credito, clicca qui.

Pagare online con YAP

YAP è un wallet digitale che potete utilizzare per pagare sui principali siti di e-commerce, il tutto mediante smartphone e con possibilità di cashback. Se vi interessa approfondire, ne abbiamo parlato in un articolo dedicato.

Per saperne di più su YAP, clicca qui: riceverai automaticamente un buono di 10 € all’attivazione (usa il codice di invito: SALVATORECAPOLU).

Pagare online con PostePay

Pagare con Postepay è una delle modalità più diffusa per acquistare on-line, ma è necessario specificare alcune cose: bisogna sempre comprare dopo aver attivato le misure di sicurezza che la nostra banca ci ha proposto, quindi per intenderci il codice OTP da ricevere su cellulare o da inserire mediante apposito dispositivo. Questo permetterà una cosa molto semplice: che siano abilitati sulla carta soltanto gli acquisti che avete autorizzato vuoi direttamente, non quelli di eventuali truffatori.

Chiarito questo, per pagare on-line con carta PostePay di qualsiasi tipo sarà necessario inserire:

  • Il numero della carta;
  • Mese e anno di scadenza;
  • il codice sul retro di tre cifre.

Fate attenzione ricopiare attentamente quanto riportato sulla carta, evitate in tutti modi di fare foto fronte-retro alla stessa, per qualsiasi motivo, ed inviarla su Whatsapp o via e-mail. Prima di effettuare l’acquisto online, inoltre, assicuratevi galera ti voto le misure di sicurezza Web come indicato la vostra banca.

Per saperne di più sui PostePay, clicca qui.

Come pagare online con PayPal

Per pagare con Paypal, in questo caso, basta un indirizzo email: la cosa essenziale è che ci siano i soldi sul conto o che lo stesso sia collegato ad un vostro conto corrente bancario (la procedura richiede un paio di giorni per la validazione, ma va fatta solo una volta).

La modalità di pagamento è molto sicura e prevede generalmente un rimborso se potete dimostrare di non aver ricevuto l’articolo.

Per saperne di più sui PayPal, clicca qui.

Come pagare online con CBILL

CBILL è il servizio offerto dalle principali banche, alternativo ai canali tradizionali, che permette a cittadini e imprese di consultare e pagare online bollettini e avvisi di pagamento della Pubblica Amministrazione. Utilizzare CBILL significa risparmiare tempo e denaro, infatti è possibile pagare i propri bollettini da PC o in mobilità evitando inutili code e gestendo i pagamenti in massima sicurezza.

Per saperne di più sui CBILL, clicca qui.

Come pagare online con il bancomat

Pagare con un bancomat o carta di debito è una delle modalità più comune (ma meno consigliabili) per comprare on-line, ma è necessario specificare alcune cose: bisogna sempre comprare dopo aver attivato le misure di sicurezza che la nostra banca ci ha proposto, quindi per intenderci il codice di sicurezza OTP da ricevere su cellulare o da inserire mediante apposito dispositivo. Questo permetterà una cosa molto semplice: che siano abilitati sulla carta soltanto gli acquisti che avete autorizzato vuoi direttamente, non quelli di eventuali truffatori.

Chiarito questo, per pagare on-line con carta bisogna inserire:

  • Il numero della carta;
  • Mese e anno di scadenza;
  • Codice sul retro.

Fate attenzione ricopiare attentamente quanto riportato sulla carta, evitate in tutti modi di fare foto fronte-retro alla stessa, per qualsiasi motivo, ed inviarla su Whatsapp o via e-mail. Prima di effettuare l’acquisto online, inoltre, assicuratevi galera ti voto le misure di sicurezza Web come indicato dalla vostra banca.

Per saperne di più sui vari tipi di pagamenti via bancomat, clicca qui.

Pagare online con MyBank

MyBank è una soluzione di autorizzazione elettronica che consente ai consumatori di pagare in modo sicuro mediante app su smartphone o tablet.    MyBank in pratica che cosa fa? Effettua un collegamento diretto online tra il conto corrente bancario del cliente e la banca dell’esercente, evitando di richiedere e memorizzare dati personali.

Per saperne di più sui MyBank, clicca qui.

Come pagare online con bitcoin e criptovalute

Molti negozi on-line stanno abilitando la possibilità di pagare in bitcoin ed altre criptovalute, per fare questo dovrebbe primo aprirvi un wallet, acquistare un po’ di bitcoin o procurarveli in qualche modo, una volta che avete raggiunto la somma necessaria sarà possibile effettuare l’acquisto facendo una foto al QR Code che sarà presente all’interno del sito. Ovviamente fate molta attenzione perché questo tipo di pagamenti non sono reversibili, nè in genere sono tracciabili o rimborsabili.

Per saperne di più su bitcoin, clicca qui.

MediolanumBanco di SardegnaBPER Banca
Banco di Sardegna
Cassa di Risparmio di Bra
Cassa di Risparmio di Saluzzo
UBI Banca
BoonCartaBCCFineco BankWirecard
HYPEN26NexiBanca Popolare dell’Alto Adige - Volksbank
PostePay S.p.A.RevolutTIM PayWidiba
MoneseEdenredBunqBanca Iccrea

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi?

Come pagare online in modo sicuro

Per quanto riguarda la sicurezza dei pagamenti online esiste uno standard noto come PCI DSS (Payment Card Industry Data Security Standard), ed è stata concepita per fornire alle aziende che si occupano di e-commerce un elevato standard di qualità, a qualsiasi livello: servizi di online banking, gateway di pagamento, merchant. L’iniziativa nasce congiuntamente nel 2006 su iniziativa di American Express, Discover, JCB, Mastercard e VISA, e si propone di fornire delle indicazioni univoche per implementare al meglio la sicurezza e la riservatezza delle transazioni online.

Senza entrare nei dettagli troppo tecnici o specifici della documentazione, in genere i rischi associabili ai pagamenti online sono stati classificati in almeno 5, fondamentali, tipologie:

  1. malware
  2. phishing
  3. accesso remoto non autorizzato
  4. password deboli
  5. software obsoleto

Proviamo a vederli nel dettaglio.

I malware sono quelli che conosciamo anche fuori dal mondo dei pagamenti online, e sono in grado di bloccare i nostri dispositivi (ransomware), di infettarli a nostra insaputa (trojan), di spiare le nostre abitudini (spyware) e di trasmettere a terzi nostri dati personali (exfiltration), incluse le anagrafiche, le password ed i dati di pagamento. In genere contro i malware è opportuno dotarsi – su tutti i dispositivi che si usano abitualmente – di un buon antivirus, ricordando che vanno tenuti sempre aggiornati all’ultima versione disponibile. In genere, comunque, parte del rischio associato ai vari tipi di malware si attenua attenendosi alle regole generali del buonsenso, ad esempio evitando di cliccare a casaccio sul primo link che ci capita, specialmente se dovesse provenire da contesti enfatizzati o anche (magari solo apparentemente) da persone di cui ci fidiamo.

Il phishing consiste in comunicazioni ingannevoli, che avvengono soprattutto via email, e che sono in grado di sottrarci credenziali di accesso ai servizi di home banking, PIN e password riservate dei nostri wallet, carte di pagamento o conti online. Un caso tipico di phishing è legato a siti web che riproducano esattamente le fattezze dei siti originali, include le pagine di login, in cui non bisogna assolutamente inserire username o password. Per aiutarci ad identificare correttamente i siti corretti della nostra banca, pertanto, è utile:

  1. verificare la presenza di HTTPS (il lucchetto verde a fianco dell’indirizzo del sito), praticamente obbligatorio per tutti i siti, meglio se con eventuale indicazione del nome dell’azienda (ad esempio Poste Italiane SpA se si tratta del sito della PostePay);
  2. verificare che l’URL o indirizzo sia esatto, e non una versione che gli somiglia o che coincida con esso solo in parte.

I casi di accesso remoto non autorizzato, cioè un malintenzionato che riesca ad accedere da remoto ad un nostro account ed effettui mediante esso operazioni di pagamento, possono avere più cause: circostanze accidentali, distrazioni da parte dell’utente, ma molto spesso anche mancanza di adeguata protezione dall’esterno. In molti casi possono esistere software malevoli o malware che si installano abusivamente sui computer delle vittime al fine di facilitare o consentire l’operazione (trojan).

Le password deboli sono ancora oggi estremamente diffuse anche tra gli utenti più esperti: per fretta, noncuranza o sottovalutazione del problema, si tende spesso ad utilizzare password banali, facili da ricordare o molto comuni, che possono essere oggetto dei cosiddetti attacchi “a dizionario” (si provano più password dall’esterno fino a trovare quella giusta). In questo caso impostare una password robusta è fondamentale per mantenere i propri wallet di pagamento sempre al sicuro.

Infine i software che utilizziamo devono essere sempre aggiornati: sistema operativo, programmi e librerie vanno tutti aggiornati all’ultima versione, e l’operazione andrebbe pianificata almeno un paio di volte al mese.

Quando si compra online, le regole basilari da seguire sono le seguenti:

  1. eseguire le operazioni di inserimento delle password lontano da occhi indiscreti;
  2. assicurarsi che il sito da cui si acquista sia affidabile, sia verificando che supporti HTTPS (lucchetto verde) sia mediante ricerche su Google del nome del sito;
  3. abilitare il 3D Secure sulla propria carta prima di effettuare l’acquisto;
  4. preferite i pagamenti via bonifico e via Paypal a qualsiasi altra tipologia, specialmente se non si è troppo esperti o non ci si senta sicuri.

(Fonti: pcisecuritystandards.org)

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi?

Pagare.online è parte del progetto Trovalost.it