Introduzione

Da quando sono possessore di una prepagata Nexi non mi era mai successo di dover versare dei contanti, prima di allora, sulla mia carta prepaid Nexi; così ho dovuto chiedere in assistenza (con la chat dell’app ufficiale, nello specifico, che è molto semplice e comoda) come si facesse questa operazione, visto che si tratta di una banca virtuale per cui non ci sono uffici come per le banche tradizionali. La risposta cercata è molto semplice, in realtà, e ve la riporto qui per vostra comodità.

Come fare a prelevare dei contanti sulla prepagata Nexi? Ovviamente per farlo sarà necessario andare ad uno sportello ATM o bancomat, di qualsiasi banca, ed effettuare un prelievo da lì.

Come effettuare il prelievo

Una volta inserita la carta vi verrà richiesto di scegliere la modalità di azione: e voi dovrete selezionare prelievo da Circuito Internazionale. Nel nostro test abbiamo provato ad effettuare il prelievo di 20€ dalla carta da uno sportello Unipol.

Quanto costa il prelievo da carta Nexi

Purtroppo in questo caso il prelievo sarà soggetto in ogni caso ad una commissione che verrà detratta dalla vostra carta al momento del prelievo. La commissione sarà pari al 4% dell’importo prelevato, quindi:

  • se prelevate ad esempio 20 € pagherete 0,80€ su ogni prelievo di questo tipo.
  • se ne prelevate 100€, invece, pagherete ben 4€ di commissione.
Leggi anche  Quanto costa ricaricare una carta prepagata Mediolanum

Il minimo di commissione sarebbe di 0,52 Euro, almeno nominalmente, ma è un minimo non effettivo: il problema è che la maggiorparte dei bancomat, infatti, non permette di prelevare meno di 20€ alla volta. Quindi la commissione minima, di fatto, è i 80 centesimi a prelievo di 20 €, considerando che si tratta di un’operazione sul Circuito Internazionale.

Idealmente, quindi, conviene utilizzare questa carta per prelevare contanti soltanto per prelevare da 20 a massimo 50 euro, in modo da avere una commissione di massimo 2€ che è in linea, quantomeno, con quelle che paghereste prelevando con prepagata da altra banca (PostePay, ad esempio, costa 1€ a prelievo sempre e comunque, il prelievo invece 2€ per altre banche)

Come previsto dal Circuito Internazionale, comunque, le Banche e/o i terzi proprietari o gestori degli ATM possono applicare ulteriori commissioni che, in genere, vengono evidenziate dalla banca stessa. Nel caso Unipol, poi, sembra che una commissione ulteriore da parte loro non sia stata applicata.

5/5 (1)

Cosa ne pensi?