Controvalore EUR / BTC

Al momento in cui scrivo 1 BTC (la criptovaluta più famosa al mondo, senza dubbio) vale esattamente 3.160,86 euro: questo tasso di cambio viene stabilito sulla base di un semplice, quanto de-regolamentato, meccanismo di domanda-offerta pura. In pratica il controvalore del bitcoin viene stabilito da chi decide globalmente di vendere o di comprarne, e questo porta il suo valore ad aumentare nel tempo in modo imprevedibile. Un BTC di oggi, in sostanza, potrebbe valere tanto o pochissimo e non c’è modo di sapere, almeno dall’analisi dell’andamento del suo valore storico (cosiddetta analisi deduttiva), come andrà in futuro.

Il valore di BTC sale: cosa faccio?

In genere è opportuno aspettare (non troppo), e capire se la tendenza sia confermata o sia soltanto passeggera. Arrivato ad un valore opportuno, potreste decidere di convertire i vostri BTC in EUR. Fate attenzione a due cose, quando considerate l’andamento dei grafici:

  • l’intervallo di tempo (1 anni, 3 mesi, ecc.);
  • la scala temporale (giorni, mesi, anni, ecc.).

Come qualsiasi altro grafico basato sul tempo, infatti, lo storico può facilmente ingannare l’attenzione dei meno esperti: il tutto mediante una semplice considerazione, ovvero che basti variare in modo arbitrario l’intervallo di tempo considerato per estrarre dai dati un’apparente valore crescente. Provate a vedere, per esempio, il grafico dell’andamento ad oggi e confrontatelo con quello di un intervallo di 6 mesi precedenti (in cui effettivamente “sembrava” crescente); vi accorgerete facilmente che è banale convincersi che i dati “dicano” una cosa, purchè si abbia l’accortezza di non prendere la parte di grafico che non ci piace. Alla base dell’analisi dello storico, in effetti, vi è la considerazione inconscia del fatto che la storia sia fatta da cicli o che tende a ripetersi, e questo (in un’analisi seria per investire in BTC) non può certo essere preso in considerazione.

È chiaro che sono sempre gli stessi dati, ma è bastata introdurre una piccola variazione sul campione per manipolarlo ad arte – e questo per inciso potrebbe convincervi a vendere o comprare in modo del tutto illusorio. Stesso discorso se variate l’intervallo di tempo, ad esempio se visualizzate i dati dell’ultimo anno (andamento descrente) con quelli fin dall’inizio (in cui si evidenzia un picco di valore, ormai passato alla storia, a dicembre 2017).

Perchè il valore di BTC è imprevedibile

Dipende da un fattore fondamentale: il fatto che il mercato è completamente deregolamentato, quindi è completamente in mano alla speculazione pura che, tipicamente, viene effettuata mediante trading istantaneo. Quindi ci sono persone che investono ogni giorno in BTC, e cercano poi di toglierli dal mercato al momento migliore.

Comprare, vendere, holdare BTC

Le principali azioni che potete effettuare nello scambio o trading sono, senza scendere nei dettagli, le seguenti tre:

  • hold: si tengono i bitcoin nel proprio wallet, senza comprare nè vendere;
  • vendita: si ritira il controvalore in euro del BTC (cosiddetto withdraw);
  • acquisto: si comprano bitcoin mediante un servizio di exchange come Coinbase.

Ovviamente esistono molte altre azioni intermedie che sono tipiche dei più esperti, ma è bene tenere conto di una cosa importante: non esistono veggenti nè veri e propri esperti in queste cose, e sarebbe il caso di abituarsi a considerare gli investimenti in BTC come parte di un “gioco” in cui si potrebbe anche perdere tutto l’investimento. Certo non è probabile per forza che accada, ma la possibilità esiste e va tenuta in conto.

 

 

Nessuna valutazione, per ora.

Cosa ne pensi?