Il 2020 come sappiamo sarà un anno intenso, pieno di novità. Il Governo è in pieno lavoro per definire il Decreto fiscale che dovrà entrare in vigore il prossimo anno. E se inizialmente l’idea era di eliminarla, adesso invece è arrivata la riconferma: la Flat Tax ci sarà anche nel nuovo anno. Il Movimento 5 Stelle ne è stato estremo difensore ed ha avuto la meglio, con qualche modifica per la pace tra le parti. Vediamo le novità.

La tassazione rimarrà invariata al 15%, ma i requisiti minimi sono stati modificati, creando un doppio regime tra chi ha ricavi al di sotto dei 30 mila euro e chi invece è compreso tra i 30 mila euro ed i 65 mila euro, soglia massima con la quale si può beneficiare della tassazione al 15%.

Nel caso si appartenesse alla prima categoria, si potrà optare per il regime forfettario, mentre per la seconda categoria tutto dovrà essere rendicontato in maniera analitica, ovvero dovranno attenersi agli adempimenti Iva e dovranno tenere registri contabili anche per i costi deducibili. Ma non bastano solo queste soglie a garantire l’accesso alla Flat Tax.

Sarà previsto un tetto massimo di 30 mila euro di redditi e ricavi complessivi. ciò vuol dire che se la loro somma supererà questo importo, non si potrà beneficiare della tassazione. Altro vincolo sarà la soglia di 20 mila euro l’anno per spese per personale, quindi i costi per dipendenti e collaboratori non dovranno superare questo importo nell’anno. Questi due vincoli dovranno essere posseduti da tutti coloro che vogliono beneficiare della Flat Tax, anche coloro che già ne usufruivano.

Queste novità sono comunque ancora al vaglio e dato che la manovra non entrerà subito in vigore, ci saranno ancora interrogazioni ed è probabile che qualche novità ancora ci attende.

MA COS’E’ LA FLAT TAX?

La Flat Tax rappresenta sicuramente una novità nel sistema fiscale italiano. Quest’ultimo è stato sempre un sistema progressivo, cioè venivano applicate tassazioni differenti a seconda del reddito dei contribuenti. L’Irpef, è questa l’imposta sul reddito delle persone fisiche, è applicata sulla base di scagliano che vanno dal 23% al 43%. Se si ha un reddito fino a 15 mila euro si versa al Fisco il 23%, mentre versano il 43% di aliquota coloro che hanno un reddito superiore a 75 mila euro.

Con la Flat Tax invece si applica la stessa tassazione a tutti i contribuenti, indipendentemente dal loro reddito. In questo modo il sistema fiscale verrebbe semplificato ed a tutti verrebbe applicata la stessa aliquota fiscale. Nel 2019 è stata introdotta, ma solo parzialmente proprio perché è una grossa novità nel sistema italiano che porterebbe a sostanziali cambiamenti che sono ancora sotto studio.

Nessuna valutazione, per ora.

Cosa ne pensi?