Dopo aver sondato un po’ dei principali conti correnti che è possibile aprire online, mi sono deciso a provare finalmente HYPE: in questa recensione proverò a descrivere un po’ la mia esperienza, cercando di evidenziare i punti critici di questo tipo di carta, i vantaggi e gli eventuali difetti che sono emersi dal conto.

Cos’è HYPE

HYPE è un conto corrente e carta di debito gestito da Banca Sella, tra i primi già a fine anni ’90 a proporre servizi di Internet ed Home Banking. Si tratta pertanto di un conto gestito da questa banca italiana, un famoso istituto di credito privato con più di 130 anni di storia.

Registrazione HYPE

Apri un conto HYPE PLUS

La registrazione è molto semplice: basta andare nel sito ufficiale della banca e seguire la procedura di registrazione. Per aprirla potete fare tutto online, senza necessità di fare la fila da nessuna parte, ed avere a portata di mano un indirizzo email che usata spesso (ad esempio Gmail), un documento di identità (patente, passaporto o carta di identità), il codice fiscale ed una webcam sul computer che sia funzionante. Se non ne avete una, preparate anche un selfie con la vostra foto mentre tenete in mano un documento, e lo stesso sia ben leggibile.

In fase di registrazione questa operazione mi ha creato qualche problema, visto che ho dovuto sottoporre per un paio di volte la stessa foto prima che l’account fosse validato ed approvato. Grazie all’ottima assistenza, comunque, sono riuscito a risolvere il problema: la foto andava bene, in realtà, e probabilmente per via di un errore non era stato approvato in precedenza. Da quando l’account è stato approvato, poi, è trascorsa circa una settimana e la carta mi è arrivata a casa con poste ordinarie. Non ero in casa in quel momento, ma ho trovato al rientro dal lavoro la stessa in una busta anonima, senza indicazioni del contenuto, e la carta pronta ad essere attivata. Ovviamente la carta senza attivazione non è utilizzabile, quindi questo non deve preoccuparci in alcun modo perché comunque è necessario prima attivarla.

L’attivazione è anch’essa molto semplice: basta installare l’app ufficiale di HYPE (link), registrarsi con la stessa email usata in precedenza, eventualmente ripristinare la password, collegare un numero di telefono in nostro possesso e confermare la data di nascita. Fatto questo, il conto sarà direttamente utilizzabile e con un IBAN attivo. Potete proteggere l’app dall’uso improprio, eventualmente, anche con un’impronta digitale (ho usato un telefono con l’ultima versione di Android, per inciso).

Una cosa che mi è piaciuta fin da subito è che, ad esempio, ho ricevuto un accredito per un bonifico anche in un giorno ufficialmente festivo: con la mia banca attuale, in questi casi, avrei dovuto aspettare il lunedì successivo per ricevere i soldi, con HYPE invece non appena mi sono svegliato una notifica sul telefono mi avvisava dei soldi ricevuti. Ottimo inizio, quindi: anche se qualche problemino ad accedere all’app l’ho avuto subito dopo. Un buon segnale per quello che riguarda il problema dei bonifici lenti, di cui abbiamo parlato qualche tempo fa su questo sito.

Lato app, mi sembra che sia tutto molto funzionale e veloce, anche se (ad oggi):

  1. a volte il login non funziona, e mi chiede nuovamente la data di nascita; se reinserisco i dati, tutto torna a funzionare. Ma avevo bisogno di vedere il PIN per provare il prelievo da ATM, e non è stato molto comodo dover inserire data di nascita e password per strada, quando in realtà avevo già attivato il login mediante impronta digitale. Qualche altro problema per la memorizzazione della password nel portachiavi di Google (non funziona, e ti fa reinserire ogni volta la stessa), e per l’impronta digitale che non viene correttamente riconosciuta.
  2. alcune scelte non sono molto usabili, in particolare per trovare velocemente l’IBAN e per vedere il PIN della propria carta.
  3. A volte l’app rallenta e tende a bloccarsi (sul mio Android, almeno, e con un telefono con meno di 2 anni di vita): secondo me hanno messo sullo store una versione dell’app con qualche problema, che ho anche segnalato tra i commenti dello store di Google Play.

Trovare il PIN di HYPE è molto semplice: basta andare sulla sezione Carta dal menu in basso, clicca sull’immagine della carta e poi sull’icona dell’occhio per vedere il PIN.

Trovare l’IBAN del proprio conto HYPE è un po’ meno scontato: basta andare sulla sezione Pagamenti dal menu in basso, e selezionare il bottone coi tre puntini “Menu” dalla sezione in basso. Ora bisogna cliccare sul segno > sotto Il tuo conto (scelta poco intuitiva: ma non si poteva mettere una voce più semplice da raggiungere?), scorrere in basso, andare su Profilo Personale e selezionare Coordinate Bancarie: i dati dell’IBAN li troverete finalmente lì, pronto ad essere copia-incollati.

Ulteriori vantaggi dell’app, comunque, sono legati ai seguenti punti:

  • è possibile, direttamente dall’app, disabilitare la carta con un click;
  • è possibile, direttamente dall’app, disabilitare l’uso della carta per acquisti online con un click;
  • è possibile, direttamente dall’app, disabilitare l’uso della carta come wallet (per pagare direttamente col telefono) con un click.

Recensione HYPE in breve

Diciamo che sono soddisfatto della scelta, al netto di alcune cosette migliorabili a livello di app, che è anche l’unica interfaccia (assieme a quella del sito, ovviamente) per operare sul proprio conto. Quindi mi pare fondamentale che si migliori l’app, ma devo dire che tutti gli altri aspetti sono decisamente positivi per cui sì, mi sentirei di consigliarne l’uso.

Per aprire un conto HYPE clicca qui per avviare la procedura di registrazione, e riceverai 10 € in omaggio.

Per leggere altro su HYPE, infine, guarda l’articolo dedicato a questo conto corrente digitale + carta prepagata.

Contatti HYPE

Per assistenza o informazioni HYPE è contattabile da questi recapiti:

5/5 (3)

Cosa ne pensi?