Come pulire le carte di credito? In questo periodo di diffusione del coronavirus ci sono delle piccole attenzioni che sono richieste a tutti noi, e quella di pulire gli oggetti che tendiamo a maneggiare più spesso è sicuramente una di queste. Le carte di credito, infatti, sono tra gli oggetti che tocchiamo più spesso con le mani, e per questo motivo bisogna fare attenzione e pulirle periodicamente. Pulire le carte di credito va bene, ma attenzione ai prodotti che vengono utilizzati.

L’uso di determinati prodotti per la pulizia, infatti, potrebbe creare qualche problema in fase di utilizzo della carte nei bancomat o ATM. Si potrebbe, ad esempio creare una patina semi-trasparente sulla superficie della carta, che rischierebbe di rendere illeggibile la carta stessa – stesso motivo per cui, ad esempio, le banche vietano ai clienti di disinfettare le tastiere degli ATM del bancomat, perchè il rischio è che l’operazione renda lo sportello del tutto inutilizzabile. Insomma l’operazione è importante ma deve essere eseguita in modo molto attento, facendo attenzione ad una cosa fondamentale: è fondamentale lavare spesso le mani, soprattutto, o disinfettare le mani con una soluzione idroalcolica. Le carte di credito possono essere pulite pure, magari periodicamente,

Consideriamo infatti che le carte più vecchie hanno una banda magnetica, mentre quelle più recenti hanno un piccolo microchip che serve proprio a farle funzionare: se usiamo i prodotti sbagliati, infatti, rischiamo di rendere del tutto inutilizzabili le nostre carte. Una patina anche non visibile ad occhio nudo, infatti, potrebbe compromettere l’utilizzabilità della carta, tant’è che a volte potremmo essere costretti a chiederne la sostituzione alla nostra banca. È opportuno quindi prendere tutte le dovute precauzioni, evitando prodotti troppo aggressivi o corrosivi, per fare in modo di proteggere le carte di credito dalla smagnetizzazione.

In generale le carte di credito e di debito in plastica possono essere disinfettate utilizzando prodotti che, probabilmente, hai già in casa: una salvietta antibatterica o un detergente a base di alcol, come l’alcol denaturato, andrà bene. Se usi un disinfettante liquido, spruzzalo su un batuffolo di cotone o un tovagliolo di carta anziché direttamente sulla scheda, per evitare che troppo prodotto vada a finire sulla carta e possa fare danni.

Assicurati di pulire delicatamente la tua carta di credito: non è necessario essere troppo energici nel farlo, o utilizzare un materiale abrasivo (altrimenti facciamo danni). Le carte di credito possono resistere a una pulizia delicata, ma se usi troppa forza, puoi causare un’usura prematura e macchiare la firma. Per le carte di credito metalliche invece (come la Apple card, che ha indicato chiaramente lei stessa come fare) ci sono delle attenzioni particolari da seguire:

  1. Strofinare delicatamente con un panno in microfibra morbido, leggermente umido e privo di lanugine.
  2. Inumidisci un panno morbido in microfibra con alcol isopropilico e strofina delicatamente la carta. (NON usare: detergenti per finestre o domestici, aria compressa, spray aerosol, solventi, ammoniaca o abrasivi per le carte di credito metalliche)

Chiarito questo, per pulire una carta di credito possiamo sfruttare una soluzione disinfettante a base alcolica che utilizziamo anche su altre superfici, purchè non sia un prodotto aggressivo o corrosivo ovviamente: un suggerimento classico è quello di inumidire un panno assorbente con la soluzione scelta, strizzare bene e poi passare la carta con il panno inumidito per evitare l’eccesso di prodotto su una superficie comunque molto piccola. Dopo aver fatto questo, suggeriamo di asciugare la carta con attenzione utilizzando un comune fazzoletto di carta asciutto, in modo da evitare di lasciare tracce o aloni del prodotto che abbiamo sfruttato. Visto che ci siamo, cercate di passare il panno disinfettante su tutta la superficie evitando massimamente la parte con il chip e con la banda magnetica, che sono le parti che servono alle funzionalità della carta.

Una seconda possibilità potrebbe essere quella di utilizzare uno sterilizzatore UV elettronico per disinfettare: elimina il 99% dei batteri e dei microorganismi presenti su qualsiasi superficie, pertanto dovrebbe andare bene per il nostro scopo.

NAN/5 (1)

Che ne pensi?