Postepay

PostaPay è uno dei più popolari standard di pagamento, su internet come per i pagamenti di persona, che non richiede nè conto corrente né carta di credito. Ad oggi la carta PostePay è ideale per acquistare (anche una tantum) prodotti e servizi online, viene accettato da numerosi siti web di e-commerce. PostePay si pone come alternativa ai sistemi di pagamento online prepagati (basati su VISA) come ad esempio PaySafeCard.

Aggiornamento

Ad oggi esistono due tipi di carta PostePay che uno può aprire, a costi e condizioni diverse:

  1. carta senza IBAN, versione classica, senza canone di mantenimento
  2. carta con IBAN (al costo di 5€ in più, con 12€ all’anno per mantenere l’IBAN come costo aggiuntivo)

Tra i servizi supportati, con PostePay si possono acquistare prodotti su negozi convenzionati (basta registrare il numero all’interno del sito di e-commerce desiderato, di solito) e servizi online quali: versioni a pagamento di vari servizi in cloud di file hosting, servizi di web hosting, pagamenti su qualsiasi sito che supporti il circuito VISA (pagamenti entro il limite imposto dalla carta, s’intende).

Requisiti

Per aprire una PostePay dovete essere maggiorenni, e disporre di:

  • carta d’identità / patente;
  • codice fiscale;
  • 10 euro minimo di ricerica

Come aprire una carta Postepay

Per aprire una carta PostePay bisogna andare ad un ufficio delle Poste con un documento di identità valido (patente o carta d’identità) ed il codice fiscale: il costo da pagare sarà di 10 euro, 5 accreditate e 5 per la carta, poi seguire la procedura che ci sarà indicata allo sportello.

Ricordatevi di fornire anche un numero di cellulare che sarà fondamentale per abilitare i vari servizi online associabili alla carta: OTP (One Time Password, per confermare in piena sicurezza le transazioni), mentre i dati devono ovviamente essere veritieri.

Si deve poi aprire un account online sul sito delle Poste Italiane:

  1. prima di tutto bisogna registrarsi su poste.it
  2. inserite i dati in modo scrupoloso e veritiero, verificando che sia tutto corretto
  3. completate la registrazione, ed eventualmente aspettate qualche giorno che vi arrivi via email la conferma della registrazione
  4. una volta finita la procedura, dovreste vedere online, sul vostro account, la carta associata al conto.

Come è fatta una carta PostePay

Una carta PostePay è una carta di plastica prepagata, solitamente di colore giallo (nero nella variante PostePay Evolution). Si presenza in questi termini, delle dimensioni di una classica carta di pagamento emessa da una banca, e può essere facilmente custodita nel portafoglio oppure in borsa.

Quella he posisamo vedere è una carta PostePay di colore giallo come veniva rilasciata qualche anno fa, senza IBAN in questo caso, la stessa he abbiamo utilizzato per creare questa guida ed esprimere il nostro parere e le nostre considerazioni a riguardo.

Dove si trova il numero carta PostePay

Per identificare il numero, composto solitamente da 16 cifre (che possono iniziare, ad esempio, con le 4 cifre standard 4023), basta guardare la carta sul fronte, dal dato dove c’è scritto PostePay / POSTAMAT / PosteItaliane, e leggere il numero riportato sotto il chip elettronico.

Dove si trova la data di scadenza della carta PostePay

Per identificare la data di scadenza, oltre la quale la carta non sarà più utilizzabile e dovrà essere rinnovata alle poste, basta guardare la carta sul fronte, dal dato dove c’è scritto PostePay / POSTAMAT / PosteItaliane, e leggere la data riportata a fianco di “VALID THRU“. Ad esempio 04/22 indica che la carta scade ad aprile (4) del 2022.

Dove si trova il CVC della carta PostePay

Per identificare il CVC, che è un codice di tre cifre utilizzato per abilitare i pagamenti, basta guardare sul retro della nostra carta. Il CVC sarà presente all’interno di un riquadro bianco, in tre numeri come ad esempio 123.

Come ricaricare una PostePay

Ci sono vari modi per farlo:

  • andando di persona con i contanti alle Poste, chiedendo di ricaricare la PostePay e fornendo codice fiscale e carta assieme; l’operazione avrà un costo di 1 euro di commissione fissa su qualsiasi importo. Per importi molto grossi, o se ad esempio il nome sul codice fiscale non dovesse coincidere con quello riportato sulla carta, il gestore potrebbe rifiutare l’accredito.
  • andando di persona con i contanti al tabacchino o in un punto SISAL, chiedendo di ricaricare la PostePay e fornendo codice fiscale e carta assieme; l’operazione avrà un costo di 2 euro di commissione fissa su qualsiasi importo. Per importi molto grossi, o se ad esempio il nome sul codice fiscale non dovesse coincidere con quello riportato sulla carta, il gestore potrebbe rifiutare l’accredito.
  • collegando la PostePay ad un account Paypal intestato a noi, e richiedere l’addebito dal sito Paypal su carta da Paypal (l’operazione richiede un paio di giorni, di norma)
  • disponendo di un’altra PostePay (ad esempio un amico che deve inviarvi dei soldi), potrà effettuare l’accredito via app ufficiale di PostePay, mediante la funzionalità di pagamento P2P recentemente introdotta: serviranno numero della carta di 16 cifre, intestatario (nome e cognome) ed importo (che ovviamente dovrà essere presente preventivamente sulla carta da cui si ricarica)

NON è possibile, inoltre:

  • caricare la PostePay con un’altra carta di credito differente, ad esempio da un sito di banking
  • ricaricare la PostePay da altri circuiti bancari

Come caricare una Postepay dal tabaccaio

Per ricaricare una carta PostePay, secondo le normative vigenti dall’estate 2018, è necessario fornire la prima volta un documento di identità (patente o carta di identità), in particolare dovrete fornire:

  • nome e cognome di chi riceve la ricarica;
  • indirizzo di residenza, città e CAP della stessa persona;
  • indirizzo di domicilio, città e CAP della stessa persona.

Questi dati verranno registrati dall’operatore la prima volta che andate a ricaricare. In seguito basterà presentare assieme al codice fiscale / tessera sanitaria, unito allo stesso documento di identità che avete dato la prima volta, al fine di abilitare la ricarica della carta. Il resto della procedura rimane identica a prima.

Sicurezza & privacy

Per bloccare la carta in caso di furto o smarrimento telefona tempestivamente ai seguenti numeri, in funzione 24 ore su 24:

  • Numero 800.90.21.22 (dall’Italia)
  • Numero +39.049.2100.149 (dall’estero)

Si consiglia di attivare il 3D Secure messo a disposizione per i pagamenti online: in questo modo non saranno possibili transazioni non autorizzate dalla propria carta (truffe, prelievi abusivi e così via), ed ogni pagamento dovrà essere confermato mediante un codice univoco inviato via SMS (OTP). La carta è nominativa, ed ogni pagamento online dovrà essere fatto a nome del titolare. Dall’interfaccia web del sito è inoltre possibile disabilitare i servizi indesiderati e bloccare tutti i pagamenti di quel tipo, ad esempio: bloccare siti per adulti, bloccare siti di scommesse e così via.

Limiti

In genere su ogni PostePay esistono dei limiti che possono essere variabili a seconda della nazionalità e del profilo dell’utente. Esempi:

  • Prelievo giornaliero massimo da ATM: 250 euro
  • Importo massimo di ricarica: 50,000 euro

(fonte)

Tipo di carta: prepagata

Carta prepagata o prepaid (dette anche carte prepagate ricaricabili, carte di credito ricaricabili, carte ricaricabili, carte prepagate). Si presenta come una normale carta prepagata plastificata con il nome del titolare, il numero e la data di scadenza in rilievo ed il CVC sul retro.

Circuito utilizzato: VISA

La carta PostePay è una prepagata del circuito VISA, che è possibile utilizzare per pagare online, ma anche presso tutti i negozi che esibiscono il marchio VISA, e per prelevare denaro presso gli sportelli bancomat di tutto il mondo.

Utile per: pagare offline, pagare online

Pagamenti online su moltissimi shop online in svariati settori. Pagamenti anche offline presso negozi abilitati con POS.

Caratteristiche generali

PostePay è uno dei nuovi standard di pagamento su internet che non richiede nè conto corrente né carta di credito: ideale per acquistare (anche una tantum) prodotti e servizi online, viene accettato da numerosi siti web di e-commerce. PostePay si pone come alternativa ai sistemi di pagamento online prepagati (basati su VISA) come ad esempio PaySafeCard.

Con PostePay si possono acquistare prodotti su negozi convenzionati (basta registrare il numero all’interno del sito di e-commerce desiderato, di solito) e servizi online, così come pagamenti su qualsiasi sito che supporti il circuito VISA (pagamenti entro il limite imposto dalla carta, s’intende).

È possibile procurarsi la PostePay presso uno sportello di posta, tabaccai, distributori di benzina ed edicole: i tagli prepagati sono di 10, 25, 50 e 100 €.

Se hai utilizzato una carta di pagamento di questo tipo, puoi esprimere la tua valutazione votando questo articolo.

HYPE

HYPE – Cosa offre, opinioni e costi. Conviene? Lo scopriremo in questo articolo!

Tipo di carta: prepagata

Si tratta di una Carta prepagata con IBAN.

HYPE è un tipo di carta prepagata smart o prepaid (dette anche carte prepagate ricaricabili, carte di credito ricaricabili, carte ricaricabili, carte prepagate: in pratica si usa ricaricandola in contanti o da altro conto, all’occorrenza). Si presenta come una normale carta prepagata plastificata, con il nome del titolare stampato sopra, mentre sul retro troviamo il numero e la data di scadenza in rilievo ed il CVC sul retro.

Il conto che ti semplifica la vita

Mediante app, permette inoltre di gestire il denaro quotidianamente e sotto tutti gli aspetti: il pagamento dei bollettini, l’invio di bonifici senza commissioni, il pagamento nei negozi con lo smartphone, l’invio di denaro come un messaggio sono solo alcune delle funzioni disponibili. Una cosa davvero molto comoda e pratica, anche per chi non fosse troppo a proprio agio con la tecnologia.

App ufficiale di HYPE

Inoltre è possibile installare l’app ufficiale di HYPE, per Android e iOS, e mediante la stessa e si può utilizzare direttamente quest’ultima, come un vero e proprio portafoglio e/o conto. Per i pagamenti inoltre non è più necessario portare sempre con sé la carta plastificata e riempire portafogli già pieni di tessere e documenti di ogni genere: grazie alla tecnologia di HYPE e alla sua compatibilità con Apple Pay e Android NFC, sarà possibile avere soldi a portata di smartphone, da utilizzare direttamente come se fosse una carta per fare pagamenti di ogni genere, sia online che offline.

In genere l’app è molto versatile e funziona piuttosto bene: grazie ad essa, ad esempio, si possono pagare i bollettini postali inquadrando con la macchina fotografica, dentro l’app, il bollo dell’ufficio postale e l’app compilerà tutto in automatico, pronto per essere pagato. Una funzione molto comoda che con il mio conto HYPE ho utilizzato diverse volte con successo, evitando lunghe file alle poste o ai tabacchini.

IBAN incluso

Per chi si registra sul servizio offerto da HYPE, sarà reso disponibile un tuo IBAN personale, identico a quello che ti forniscono le banche con un conto tradizionale, e con il quale potrai andare ben oltre la classica carta prepagata. L’IBAN può essere visualizzato e condiviso comodamente e in qualsiasi momento nell’app per smartphone Android e Apple oppure nel sito ufficiale di HYPE, in modo da poter avere sempre tutto sotto controllo e gestire quotidianamente il proprio denaro.

Circuito utilizzato: Mastercard

Le carte HYPE (che sono di tre tipi diversi, come vedremo) aderiscono al circuito Mastercard, ed è possibile utilizzarla per pagare online, ma anche presso tutti i negozi che esibiscono il marchio Mastercard (supporta anche contactless), e per prelevare denaro presso gli sportelli Bancomat di tutto il mondo senza commissioni.

Limiti HYPE

Il Conto HYPE è soggetto a limiti di versamento, pagamento e prelievo. Vediamo le singole differenze nel dettaglio: anzitutto, ogni cliente potrà avere una singola carta HYPE nominativa.

HYPE START

  • Ricarica minima: 0,01€
  • Ricarica massima giornaliera (con altra carta): 250€
  • Ricarica massima giornaliera (con bonifico): 1000€
  • Massimale giornaliero: 1000€
  • Massimale mensile: 2500€
  • Massimale annuale: 2500€
  • Massimo saldo disponibile: 2500€
  • Ricarica in contanti minimo/massimo/massima giornaliera/massima annuale: 20 / 150€ / 200€ / 1000€
  • Limite prelievo singolo: 250€
  • Limite prelievo giornaliero: 250€
  • Limite prelievo mensile: 1000€
  • Pagamento massimo con carta: 999€
  • Bonifico in uscita massimo: 999€

HYPE PLUS

  • Ricarica minima: 0,01€
  • Ricarica massima giornaliera (con altra carta): 250€
  • Ricarica massima giornaliera (con bonifico): 4990€
  • Massimale giornaliero: 1000€
  • Massimale mensile: 20000€
  • Massimale annuale: 50000€
  • Massimo saldo disponibile: 20000€
  • Ricarica in contanti minimo/massimo/massima giornaliera/massima annuale: 20 / 250€ / 500€ / 6000€
  • Limite prelievo singolo: 500€
  • Limite prelievo giornaliero: 1000€
  • Limite prelievo mensile: 1000€
  • Pagamento massimo con carta: 20000€
  • Bonifico in uscito massimo: 4999€

HYPE PREMIUM

  • Ricarica minima: 0,01€
  • Ricarica massima giornaliera (con altra carta): 500€
  • Ricarica massima giornaliera (con bonifico): NESSUN LIMITE
  • Massimale giornaliero: NESSUN LIMITE
  • Massimale mensile: NESSUN LIMITE
  • Massimale annuale: NESSUN LIMITE
  • Massimo saldo disponibile: NESSUN LIMITE
  • Ricarica in contanti minimo/massimo/massima giornaliera/massima annuale: 20 / 250€ / 500€ / 15000€
  • Limite prelievo singolo: 500€
  • Limite prelievo giornaliero: 2500€
  • Limite prelievo mensile: 10000€
  • Pagamento massimo con carta: 50000€
  • Bonifico in uscito massimo: NESSUN LIMITE

Costi HYPE

I costi si differenziano in base al tipo di conto/carta, che può essere Start, PLUS e PREMIUM.

  • Costo di attivazione: gratis

HYPE START

  • Canone annuo: 0€
  • Costo ricarica per ricezione denaro da altro conto HYPE: 0€
  • Costo ricarica per ricezione bonifico: 0€
  • Costo ricarica da ATM Quimultibanca: 0€
  • Costo ricarica con altra carta: 0,9€
  • Costo ricarica in contanti (bar, tabacchini convenzionati): 2.50€
  • Costo bonifico SEPA: 0€
  • Costo bonifico altro conto HYPE: 0€
  • Costo pagamento in negozio: 0€
  • Commissioni prelievo: 0€
  • Costo pagamento bollettini in bianco: 2,15€
  • Costo pagamento bollettini premarcato: 2,15€
  • Costo pagamento MAV: 0€
  • Costo pagamento RAV: 1€
  • Costo pagamento PagoPA: 2,15€
  • Costo pagamento CBILL: 1,15€
  • Spese per riemissione sblocco furto: 0€

HYPE PLUS

  • Canone annuo: 12€
  • Costo ricarica per ricezione denaro da altro conto HYPE: 0€
  • Costo ricarica per ricezione bonifico: 0€
  • Costo ricarica da ATM Quimultibanca: 0€
  • Costo ricarica con altra carta: 0€
  • Costo ricarica in contanti (bar, tabacchini convenzionati): 2€
  • Costo bonifico SEPA: 0€
  • Costo bonifico altro conto HYPE: 0€
  • Costo pagamento in negozio: 0€
  • Commissioni prelievo: 0€
  • Costo pagamento bollettini in bianco: 1,99€
  • Costo pagamento bollettini premarcato: 1,99€
  • Costo pagamento MAV: 0€
  • Costo pagamento RAV: 1€
  • Costo pagamento PagoPA: 1€
  • Costo pagamento CBILL: 1€
  • Spese per riemissione sblocco furto: 0€

HYPE PREMIUM

  • Canone annuo: 118,80€ + 9,90 € di attivazione fino al 30/06/2020
  • Costo ricarica per ricezione denaro da altro conto HYPE: 0€
  • Costo ricarica per ricezione bonifico: 0€
  • Costo ricarica da ATM Quimultibanca: 0€
  • Costo ricarica con altra carta: 0€
  • Costo ricarica in contanti (bar, tabacchini convenzionati): 1.60€
  • Costo bonifico SEPA: 0€
  • Costo bonifico altro conto HYPE: 0€
  • Costo pagamento in negozio: 0€
  • Commissioni prelievo: 0€
  • Costo pagamento bollettini in bianco: 2,15€
  • Costo pagamento bollettini premarcato: 2,15€
  • Costo pagamento MAV: 0€
  • Costo pagamento RAV: 0€
  • Costo pagamento PagoPA: 0€
  • Costo pagamento CBILL: 0€
  • Spese per riemissione sblocco furto: 0€

Si può usare per: pagare offline, pagare online

Pagamenti online su tutti i siti di e-commerce. Nella sezione offerte dell’app è possibile acquistare dai migliori siti di questo tipo, e ricevere una percentuale della somma spesa come cashback. È inoltre possibile usare il conto per pagare con il sistema Android NFC.

Come ricaricare

Ricaricare con HYPE è davvero molto semplice: si può fare un bonifico, visto che ci daranno un IBAN dedicato interamente a noi. Possiamo ricaricare ad uno sportello bancomat nella massima discrezione e comodità, mediante una carta Pagobancomat del circuito QuiMultibanca. Poi è possibile collegare una nostra ulteriore carta di pagamento ad HYPE, ed effettuare la ricarica da lì, con accredito istantaneo. Inoltre esiste una funzionalità dell’app ufficiale che consente di fare la stessa cosa, e che si chiama “richiedi denaro“. Infine è possibile pagare in contanti nelle filiali Banca Sella, recandosi direttamente in cassa.

Dove trovarla

Per avere un conto HYPE devi avere almeno 12 anni. HYPE è disponibile online sul sito ufficiale. La registrazione e la procedura di richiesta si effettuano online in 5 minuti, interamente in digitale (non sono previsti documenti cartacei), e la carta arriverà direttamente a casa, da attivare una volta ricevuta.

Carta HYPE: la nostra recensione

Dopo aver sondato un po’ dei principali conti correnti che è possibile aprire online, mi sono deciso a provare finalmente HYPE: in questa recensione proverò a descrivere un po’ la mia esperienza, cercando di evidenziare i punti critici di questo tipo di carta, i vantaggi e gli eventuali difetti che sono emersi dal conto.

Cos’è HYPE

HYPE è un conto corrente e carta di debito gestito da Banca Sella, tra i primi già a fine anni ’90 a proporre servizi di Internet ed Home Banking. Si tratta pertanto di un conto gestito da questa banca italiana, un famoso istituto di credito privato con più di 130 anni di storia.

Registrazione HYPE

La registrazione è molto semplice: basta andare nel sito ufficiale della banca e seguire la procedura di registrazione. Per aprirla potete fare tutto online, senza necessità di fare la fila da nessuna parte, ed avere a portata di mano un indirizzo email che usata spesso (ad esempio Gmail), un documento di identità (patente, passaporto o carta di identità), il codice fiscale ed una webcam sul computer che sia funzionante. Se non ne avete una, preparate anche un selfie con la vostra foto mentre tenete in mano un documento, e lo stesso sia ben leggibile. In fase di registrazione questa operazione mi ha creato qualche problema, visto che ho dovuto sottoporre per un paio di volte la stessa foto prima che l’account fosse validato ed approvato. Grazie all’ottima assistenza, comunque, sono riuscito a risolvere il problema: la foto andava bene, in realtà, e probabilmente per via di un errore non era stato approvato in precedenza. Da quando l’account è stato approvato, poi, è trascorsa circa una settimana e la carta mi è arrivata a casa con poste ordinarie. Non ero in casa in quel momento, ma ho trovato al rientro dal lavoro la stessa in una busta anonima, senza indicazioni del contenuto, e la carta pronta ad essere attivata. Ovviamente la carta senza attivazione non è utilizzabile, quindi questo non deve preoccuparci in alcun modo perché comunque è necessario prima attivarla.

L’attivazione è anch’essa molto semplice: basta installare l’app ufficiale di HYPE (link), registrarsi con la stessa email usata in precedenza, eventualmente ripristinare la password, collegare un numero di telefono in nostro possesso e confermare la data di nascita. Fatto questo, il conto sarà direttamente utilizzabile e con un IBAN attivo. Potete proteggere l’app dall’uso improprio, eventualmente, anche con un’impronta digitale (ho usato un telefono con l’ultima versione di Android, per inciso). Una cosa che mi è piaciuta fin da subito è che, ad esempio, ho ricevuto un accredito per un bonifico anche in un giorno ufficialmente festivo: con la mia banca attuale, in questi casi, avrei dovuto aspettare il lunedì successivo per ricevere i soldi, con HYPE invece non appena mi sono svegliato una notifica sul telefono mi avvisava dei soldi ricevuti. Ottimo inizio, quindi: anche se qualche problemino ad accedere all’app l’ho avuto subito dopo. Un buon segnale per quello che riguarda il problema dei bonifici lenti, di cui abbiamo parlato qualche tempo fa su questo sito. Lato app, mi sembra che sia tutto molto funzionale e veloce, anche se (ad oggi):

  1. a volte il login non funziona, e mi chiede nuovamente la data di nascita; se reinserisco i dati, tutto torna a funzionare. Ma avevo bisogno di vedere il PIN per provare il prelievo da ATM, e non è stato molto comodo dover inserire data di nascita e password per strada, quando in realtà avevo già attivato il login mediante impronta digitale. Qualche altro problema per la memorizzazione della password nel portachiavi di Google (non funziona, e ti fa reinserire ogni volta la stessa), e per l’impronta digitale che non viene correttamente riconosciuta.
  2. alcune scelte non sono molto usabili, in particolare per trovare velocemente l’IBAN e per vedere il PIN della propria carta.
  3. A volte l’app rallenta e tende a bloccarsi (sul mio Android, almeno, e con un telefono con meno di 2 anni di vita): secondo me hanno messo sullo store una versione dell’app con qualche problema, che ho anche segnalato tra i commenti dello store di Google Play.

Trovare il PIN della carta HYPE

Trovare il PIN di HYPE è molto semplice: basta andare nell’app sulla sezione Carta dal menu in basso, clicca sull’immagine della carta e poi sull’icona dell’occhio per vedere il PIN.

Trovare l’IBAN della carta HYPE

Trovare l’IBAN del proprio conto HYPE è un po’ meno scontato: basta andare sulla sezione Pagamenti dal menu in basso, e selezionare il bottone coi tre puntini “Menu” dalla sezione in basso. Ora bisogna cliccare sul segno > sotto Il tuo conto (scelta poco intuitiva: ma non si poteva mettere una voce più semplice da raggiungere?), scorrere in basso, andare su Profilo Personale e selezionare Coordinate Bancarie: i dati dell’IBAN li troverete finalmente lì, pronto ad essere copia-incollati.

Vantaggi carta HYPE

Ulteriori vantaggi dell’app, comunque, sono legati ai seguenti punti:

  • è possibile, direttamente dall’app, disabilitare la carta con un click;
  • è possibile, direttamente dall’app, disabilitare l’uso della carta per acquisti online con un click;
  • è possibile, direttamente dall’app, disabilitare l’uso della carta come wallet (per pagare direttamente col telefono) con un click.

La carta HYPE non funziona con Coinbase (ma con Conio sì)

Qualche giorno fa ho provato a fare un test di acquisto criptovaluta usando HYPE all’interno del mio account Coinbase: al momento del pagamento, tuttavia, la carta non sembrava funzionare e non veniva accettata, nonostante fosse funzionante e pre-caricata. Coinbase mi avvisava infatti che non era possibile procedere all’acquisto usando una carta di questo tipo.

HYPE bitcoin: Banca Sella + Conio

La cosa potrebbe ovviamente essere legata al recente accordo raggiunto tra Conio (la startup italia che funziona come exchange di bitcoin) e HYPE: sembra infatti essere ufficiale che entro fine marzo sarà possibile acquistare bitcoin direttamente dentro HYPE, sfruttando un wallet integrato direttamente nell’app. Le utenze HYPE di tipo Start e Plus, al momento, presentano questa opzione in beta test, ma entro qualche giorno il tutto dovrebbe essere disponibile per tutti i clienti di HYPE.

Una nuova funzionalità molto comoda, senza dubbio, per tutti i trader e tutti coloro che siano interessati al mondo delle criptovalute: attualmente, al momento in cui scriviamo, un bitcoin vale circa 6000 €.

Recensione HYPE in breve

Diciamo che sono soddisfatto della scelta che ho fatto, l’app funziona bene, la carta ricarica e funziona alla grande e mi permette di fare tranquillamente spese online; ordine spesso su Amazon pagando con HYPE e l’ho pure sperimentata con successo per farmi arrivare la spesa a casa con Glovo e JustEat, ad esempio. Il tutto, al netto di alcune cosette migliorabili a livello di app, che è anche l’unica interfaccia (assieme a quella del sito, ovviamente) per operare sul proprio conto. Quindi mi pare fondamentale che si migliori l’app ufficiale (cosa che secondo me faranno, prima o poi), ma devo dire che tutti gli altri aspetti sono decisamente positivi per cui sì, mi sentirei di consigliarne l’uso.

Per aprire un conto HYPE clicca qui per avviare la procedura di registrazione.

Contatti HYPE

Per assistenza o informazioni HYPE è contattabile da questi recapiti:

Advanzia: cos’è, come funziona e altre informazioni utili

Stai cercando informazioni su Advanzia o sei incuriosito dai servizi che offre? Oggi parleremo proprio di questo, e cercheremo di capire meglio di che cosa si tratta, che vantaggi offre, come funziona e che costi possiede la carta di credito Advanzia.

Che cos’è Advanzia?

Advanzia è una carta di credito che puoi fare completamente online, in modo gratuito e priva di commissioni annuali. Non avrai bisogno di cambiare banca per avere questo tipo di carta, e se prelevi in contanti dal bancomat non pagherai in nessun caso delle commissioni aggiuntive sul prelievo. Senza commissioni e senza costi di attivazione!

La carta Advanzia era nota inizialmente come carta YOU.

Notizie su Advanzia dal punto di vista societario

Advanzia Bank S.A è stata costituita in Lussemburgo nell’anno 2005; è soggetta alla supervisione della CSSF, ad oggi è una società specializzata in carte di credito gratuite e conti bancari in euro. Advanzia è attualmente uno dei più grossi e utilizzati emettitori di carte di credito in Germania.

Dal 1 luglio 2017 il CEO di Advanzia risulta essere Roland Ludwig.

Vantaggi di Advanzia

Le caratteristiche nonchè i vantaggi di questo tipo di carta sono ravvisabili nei seguenti punti:

  • carta aderente al circuito Mastercard®
  • sicurezza delle transazioni di pagamento con sistema Mastercard® SecureCode
  • supporto della carta ai pagamenti contactless;
  • servizio clienti 24/7;
  • possibilità di avere credito gratuito da restituire entro 7 settimane dall’acquisto, senza interessi;
  • estratto conto gratuito online;
  • assicurazione di viaggio completa inclusa nel prezzo.

Come richiedere una carta di credito Advanzia

La carta può essere richiesta online dal sito ufficiale cliccando qui, ed avviene interamente via sito web. Per richiedere una carta di credito Advanzia è necessario fornire i seguenti dati personali:

  • nome;
  • cognome;
  • codice fiscale;
  • data e luogo di nascita;
  • nazionalità;
  • indirizzo di recapito;
  • email;
  • telefono

I dati personali richiesti sono conformi al trattamento dati personali a livello EU.

Privacy, cookie e termini di servizio
Questo sito contribuisce felicemente alla audience di sè stesso.
pagare.online
Seguici su Telegram ❤️ ➡ @trovalost
Pagare.online by Capolooper.it is licensed under CC BY 4.0 - Il nostro network: Lipercubo - Pagare - Trovalost .