Cashless Italia è il nome del piano di incentivi, stabilito dal Governo italiano, che partirà con l’Extra Cashback di Natale: come funziona è subito detto. Se si fanno almeno 10 pagamenti con carta di credito, ci vengono rimborsati come cashback fino a 150€ in un solo mese. Un meccanismo abbastanza semplice ed immediato per poter ricevere, in base a quanto spendiamo sulla carta, un rimborso direttamente sul nostro conto corrente in seguito, a patto che vengano rispettate determinate condizioni e che ovviamente si decida di aderire al programma.

Per abilitare il servizio è necessario associare la carta utilizata al nostro nominativo, seguendo la procedura via SPID o carta d’identità elettronica mediante il sito ufficiale CashlessItalia.it. In alternativa è sempre possibile fare lo stesso con una carta di debito, di credito o prepagata che sia convenzionata con Cashless Italia, e di cui ho parlato nel caso della carta HYPE.

Il servizio è attivo anche nel mese di dicembre 2020, e sarà a regime da quello che sappiamo a partire dal prossimo anno.

Come funziona il cashback di Cashless Italia?

È molto semplice e funziona così: dopo essersi registrati via carta d’identità elettronica o SPID sul sito ufficiale cashlessitalia.it, dal 1 gennaio 2021 si può ottenere il rimborso del 10% su tutti gli acquisti effettuati con carta di credito o app di pagamento equivalenti. Il cashback è valido per tutti i negozi, ristoranti, bar, artigiani, liberi professionisti, supermercati che permettano ovviamente di pagare con carta.

Aggiornamento: nel caso uno abbia una carta HYPE, ha anche la possibilità di attivare lo stesso servizio in modo equivalente, direttamente dall’interno dell’app ufficiale di HYPE, e dopo averla aggiornata all’ultima versione.

C’è un importo minimo di spesa per avere un cashback?

No, non è previsto nessun importo minimo.

Bisogna pero’ fare un minimo di 50 pagamenti (ad esempio, per un totale di 700€) e si otterrà in seguito il 10% di cashback da poter spendere nuovamente (pari in questo esempio ipotetico a 70 €, il 10% di 70€).

C’è un limite massimo sul rimborso ed è pari a 300€, quindi di 15€ al massimo su ogni singola transazione (le transazioni valide sono quelle con i POS convenzionati, come spiegato qui).

Quanto rimborsano ogni anno di cashback?

Al massimo possono essere rimborsate fino a 300 euro l’anno.

Quando parte l’extra cashback di Natale?

L’iniziativa Extra Cashback di Natale è valida da giorno 8 dicembre fino al 31 dicembre 2010, e vale per gli acquisti con:

  • carta di credito;
  • carta di debito;
  • bancomat
  • Satispay

e permette di ri-ottenere il 10% di quanto speso come rimborso. È inoltre previsto il SuperCashback con il quale ogni 6 mesi i primi 100.000 cittadini che faranno il maggior numero di transazioni di pagamento con carta avranno 1500€, per un totale di massimo 3.000€ all’anno. La privacy degli acquisti, ovviamente, sarà sempre e comunque tutelata.

Come funziona Cashless Italia / l’extra cashback di Natale?

Funzionerà così, in breve:

  • Rimborso del 10% se usi carte e app per pagare i tuoi acquisti
  • Fino a 300 Euro all’anno (ovvero, fino a 150 Euro a semestre con almeno 50 pagamenti)
  • Complessivamente rimborsano in cashback fino a 300€ all’anno, con due “rate” di massimo 150€ ciascuna ogni 6 mesi. Il rimborso massimo per singola transazione è pari a 15€, come ribadito anche prima.

Come faccio a partecipare?

Come prima cosa, devi registrarti via SPID o carta d’identità elettronica (CIE) seguendo le istruzioni sul sito ufficiale CashlessItalia.it.  Si ricorda che lo SPID si può richiedere gratuitamente sfruttando uno dei provider presenti nel sito spid.gov.it, mentre la carta CIE può essere richiesta presso il proprio Comune di residenza. Mediante l’app ufficiale IO, infine, sarà possibile finalizzare la partecipazione dei cittadini interessati all’iniziativa.

Aggiornamento: nel caso uno abbia una carta HYPE, ha anche la possibilità di attivare lo stesso servizio in modo equivalente, direttamente dall’interno dell’app ufficiale di HYPE, e dopo averla aggiornata all’ultima versione.

Dopo essersi regolarmente registrati ed aver dichiarato di quale carta faremo uso, possiamo sfruttare l’iniziativa Cashless Italia nei seguenti ambiti di acquisto (NON online ma solo pagamenti classici, attenzione):

  • pagando via POS ai supermercati
  • pagando via POS al ristorante
  • pagando via POS al bar, nei negozi convenzionati
  • pagando professionisti come idraulici, ingegneri, architetti, avvocati e qualsiasi altro professionista o artigiano.

Molti si sono chiesti se il piano cashless valga per gli acquisti online, ma la risposta è no, non vale per gli acquisti online.

Incentivare l’uso delle carte di credito da parte di tutti è, a nostro avviso, un’idea ottima da tanti punti di vista; serve a costruire una maggiore confidenza con il mezzo, che ancora in molti hanno difficoltà ad utilizzare, ed è un progresso tecnologico che – ci auguriamo – avrà un impatto positivo sull’economia e sui consumi che tante difficoltà stanno avendo in questi mesi.

Fonte: Governo.it

Foto di copertina: credits by Avery Evans on Unsplash

4.75/5 (4)

Che ne pensi?