Trading online: come investire in rete

Avvicinarsi al mondo del trading online è sempre più facile. Moltissimi siti permettono infatti di attivare un account e di cominciare a speculare; allo stesso tempo internet propone anche materiale di vario genere, dai corsi ai consigli per tutti, esperti e neofiti. Un sito che tratta di trading online è ad esempio Forza trading; chiunque può trovare in rete tutte le informazioni che cerca e gli strumenti più validi per cominciare subito a fare affari.

Perché investire online
Le motivazioni che portano molti a investire in rete sono molteplici, a partire dalla comodità di questo genere di speculazione. Se si desidera di dare un’occhiata e testare le proprie abilità, lo si può fare in tempi brevissimi, anche in pochi minuti. Di fatto i siti di brokeraggio sono tanti, ognuno con proposte specifiche e affari in diversi mercati. Chi vuole cominciare a investire online deve semplicemente scegliere un broker e attivare il proprio account. Da notare anche il fatto che alcuni siti propongono affari ad ogni ora del giorno e dalla notte, quindi non serve avere troppo tempo libero per farlo, sono sufficienti le ore serali, al ritorno dal lavoro.

Aprire un conto
Per poter investire in rete è necessario avere a disposizione un conto operativo. Serve semplicemente attivare un account, indicando i propri dati, e versare del denaro attraverso un qualsiasi metodo di pagamento elettronico, come ad esempio una carta di credito o un portafogli online. Sarà necessario anche inviare una copia digitale dei propri documenti di identità, in quanto è necessario in Europa essere maggiorenni per poter investire. Ogni broker propone offerte differenti, alcuni versano dei fondi aggiuntivi a ogni nuovo cliente; gli affari disponibili sono molteplici, ogni broker segue in genere un singolo mercato, ma ci sono anche dei siti che propongono affari in vari mercati differenti. La scelta dipende dai propri interessi, ma anche dalle condizioni per l’attivazione del conto e per le singole speculazioni. Per chi è alle prime armi di solito è bene prediligere broker che permettano di attivare un account con un versamento minimo, per non dover avere a disposizione capitali eccessivi.

Trading con le banche
Alcuni tra gli istituti di credito presenti in Italia consentono ai propri clienti di fare trading online, attraverso il servizio di home banking. Questi servizi consentono di acquistare titoli azionari, o anche di avviare trattative con i prodotti finanziari derivati. Si tratta delle speculazioni proposte anche dai principali siti di trading online, ma effettuate attraverso l’istituto di credito che gestisce il nostro conto corrente. Tale opportunità viene proposta in genere a un costo fisso, mensile o annuale. Anche i siti di brokeraggio presentano un costo, che è però spalmato su ogni singola transazione. Di fatto invece di pagare su base periodica, si paga una piccola quota per ogni speculazione effettuata.

Le scelta del mercato
Come abbiamo detto, il trading online si effettua sia attraverso la compravendita, sia con prodotti derivati. Questi strumenti si riferiscono a beni sottostanti, scambiati nei vari mercati mondiali. La scelta dipende dalla propria predilezione, o anche dall’ambito che si ritiene conoscere meglio.

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi?