Assicurazione moto per minorenni: cosa c’è da sapere

Se tuo figlio è un adolescente che desidera vivamente un motorino per i suoi 14 anni, ti starai probabilmente chiedendo che tipo di veicolo serve, cosa sapere e soprattutto come assicurarlo (qualche info sul sito www.preventiviassicurazioneonline.com). E’ ovvio che un minorenne non può guidare uno scooter o simili di medio-grande cilindrata, ma ci sono veicoli appositamente studiati per la loro sicurezza.

Quali sono i veicoli che può guidare un minorenne

In realtà, non sono molti quelli destinati agli adolescenti; distinguiamo infatti i ciclomotori e i quadricicli leggeri.

Nel primo caso abbiamo le seguenti caratteristiche:

  • la cilindrata: che arriva fino a 50 cm^3;
  • la velocità: fino a 45 Km/h;
  • con motore termico se alimentato a benzina o motore elettrico ( il cosiddetto “cinquantino”).

Nei quadricicli leggeri abbiamo invece:

  • la cilindrata fino a 50 cc se alimentato a benzina;
  • cilindrata fino a 6 Kw se elettrico (un esempio sono le minicar);
  • la velocità fino a 45 Km/h.

Altre informazioni sui motorini e l’assicurazione

Un aspetto molto importante che il genitore ma soprattutto il ragazzo deve tenere a mente è che questo genere di veicoli può ospitare una sola persona, cioè il guidatore; se il mezzo è omologato per due persone, allora può portare un passeggero ma solo se il guidatore ha compiuto i 16 anni di età.

Chiarito questo aspetto, passiamo all’assicurazione che è il punto saliente della questione. A chi va intestata? Come funziona?

Il meccanismo non è poi tanto diverso dall’assicurare un’auto ma cambiano alcuni aspetti; è possibile scegliere la polizza più adatta alle proprie esigenze anche online tramite siti di comparazione, dove vengono proposte diverse soluzioni (ad esempio, per i ciclomotori è possibile consultare l’assicurazione motorino 50 su questo sito).

Che cosa sapere sull’assicurazione? Vediamo alcuni punti:

  • l’assicurazione non viene intestata al giovane, ma a una persona maggiorenne che solitamente è il genitore o il tutore;
  • l’intestatario del mezzo rimane al giovane che ne usufruisce;
  • l’assicurazione obbligatoria è l’RC, che copre eventuali sinistra a terzi (sia cose che persone)
  • i prezzi – proprio come per le auto e scooter di cilindrata più grande – variano a seconda delle opzioni aggiuntive.

Queste le informazioni base per consultare le polizze e le compagnie senza essere completamente impreparati. Alla polizza potrete aggiungere altre clausule che ne fanno aumentare il prezzo ma al contempo garantiscono ulteriore sicurezza al giovane; tra i più optati vi sono:

  • kasko, che copre i danni al proprio mezzo anche se causati dall’assicurato in caso di sinistri;
  • infortuni conducente;
  • furto e incendio.

Tuttavia, è bene sapere che alcune clausule possono invece abbassare la tariffa finale e sono una sorta di bonus che vengono incontro al cliente, quali le polizze temporanee e la RC familiare qualora fattibile.

Non ha ancora votato nessuno: ti va di dire la tua?

Che ne pensi?